Play off ma non per tutti

 Scritto da il 21 Maggio 2021 alle 10:59  Aggiungi commenti
Mag 212021
 

Secondo incontro di play off di girone precedentemente rinviato per le problematiche connesse al Covid che aveva coinvolto uomini della rosa della Virtus Verona che a sorpresa aveva superato la più ben quotata Triestina.

Ritardi che non hanno interessato la squadra del Catania ed i suoi tifosi, con le orecchie rivolte alle notizie societarie ed alle comunicazioni ufficiali che dovrebbero pervenire dall’Agenzia delle Entrate dì Palermo e dal Comune di Mascalucia.

Altro che play off per noi quest’anno! L’adrenalina ce la regala la difficoltà societaria alla ricerca di investitori e non le sgroppate in area dei calciatori rossazzurri.

Siamo oramai attanagliati ad una snervante miscellanea giornaliera di notizie che giorno dopo giorno vengono scritte su carta stampata e che viaggiano sui siti web che rassicurano, preoccupano, confortano, inquietano, come una frenetica trottola che gira e gira senza mai arrestarsi.

Notizie che si contraddicono portando un giorno speranza e l’altro cupo pessimismo, riportandoci al gesto dello sfoglio dei petali di una margherita , accompagnato dal Tacopina si, Tacopina no.

Ed ecco che la corsa agli scoop, veri o presunti, possibili e irrealizzabili ci porta anche ad intravedere piste estere, gruppi finanziari, mecenati continentali e imprenditori locali.

Voci, chiacchiere nei bar, confidenze nelle panchine tra vecchi tifosi che si possono riassumere in due correnti di pensiero: chi farebbe di tutto per salvare la storica matricola 11700 e chi guarda oltre pensando che un fallimento e la ripartenza da zero con nuovo nome e con il   titolo sportivo di quello che rappresenta la nostra storia da consegnare al nuovo che avanza, sia la panacea di tutti i mali, la corsa per la serie A in tre anni e perché no, anche il sogno di partecipare ad una coppa europea. Guelfi e Ghibellini del tifo rossazzurro che si fronteggiano sui social difendendo a spada tratta le proprie tesi.

Personalmente rispetto entrambe perché e’ giusto che ciascuno dica la sua e solo il futuro potrà poi sentenziare sulle scelte fatte e non certo il presente, confuso e incerto come non mai.

Colpa delle regole che consentono ad una società’ calcistica   dichiarata fallita di tramandare il “titolo sportivo” a cura del primo cittadino ad altro imprenditore che diviene il presidente della nuova società con altro nome, ripartendo da zero con libri contabili privi di sofferenze e di belle speranze per poi magari, dopo qualche lustro od anche meno, se i risultati sperati non arrivano, fallire e chiudere bottega con il benservito a creditori istituzionali e privati e ricominciare daccapo con la ripetitività del trenino delle giostre, con sostituzione del macchinista e lasciando alla sua fantasia il nuovo nome della società che verrà.

Il calcio, specchio della società e le società calcistiche, in particolare, specchio di quelle commerciali. Il nuovo calcio che avanza, tutto business e zero cuore.

Fallimento! Una parola che nell’ottocento spingeva il malcapitato al suicidio, parola che nel medioevo portava alla gogna pubblica, oggi una parola dolce, una morbida melodia che risolve tutti i problemi, la panacea che cura e allevia, risolve e cancella debiti.

Ciò che una volta era vergogna, macchia di infamia, oggi quasi  furbizia, ultima astuzia legale per la soluzione dei problemi economici.

Quindi perché non fallire? Chiudere tutto e ricominciare anche in casa rossazzurra?

Forse, perché superate da qualche anno le sessanta primavere e la mia esistenza ha camminato di pari passo con la matricola che adesso per tanti è divenuta un pesante fardello, per la dignità di una storia iniziata quel lontano 24 settembre 1946, tramandata di padre in figlio sino ad oggi, fatta di zero titoli ma di tanta sofferenza, di innumerevoli torti arbitrali, di quei morti che hanno accompagnato le trasferte, per quelle voci di chi ci ha preceduto che come una brezza primaverile sembra ancora di ascoltare se chiudiamo gli occhi seduti su quegli spalti di quello che era il Cibali ed oggi è il Massimino e proprio per lui, ritengo, si dovrebbe fare di tutto per salvare quei cinque numeri di cui andiamo fieri ed orgogliosi.

Ringraziamo gli imprenditori coraggiosi della Sigi che per quasi 365 giorni  hanno speso energie e risorse personali prendendo per i capelli il Calciocatania 46 gestendo in poco tempo il club, iscrivendolo al campionato scorso tra tante difficoltà e disputando un campionato dignitoso ben oltre le previsioni iniziali.

Loro stanno ancora lì, per passione e per amore di questa matricola che ci appartiene. Stanno agendo e operando per il meglio della nostra amata  creatura.

Il salvataggio magari comporterà ancora campionati in serie C non di vertice perché la coperta sarà corta ma chi può prevedere che ripartendo da zero, dall’eccellenza, andremo in serie B in meno di 10 anni atteso che imprenditori coraggiosi che intendono investire il loro patrimonio nel Catania non sembrano esserci alle nostre latitudini ed anche in altre?

Auspico da parte della Sigi un più forte coinvolgimento nelle decisioni che verranno anche con i tifosi, i giornalisti, le istituzioni cittadine perché il Calciocatania 46 e’ di tutti e rappresenta l’intera città e se chiamati ad aiutarlo, quello sarà il momento di decidere e scegliere da che parte stare, come  allora, come nel 1993.

 

  46 Commenti per “Play off ma non per tutti”

  1. Ip Address: 176.200.94.122

    Buongiorno a tutti ❤️💙 d’accordo con te e con il tuo articolo raggio libero , devo dire che dal quel 1993 sono passati quasi trent’anni purtroppo il calcio oramai è cambiato forse (peggiorato) oggi si parla solo di soldi marketing e affari nulla a che vedere con lo spot vero . Difficilmente troveremo un’altra figura che veramente a cuore le sorti del calcio Catania per intenderci come il presidente Massimino , Ho l’impressione che anche noi seguiremo la moda del fallimento per poi ripartire ……… spero dì smentirmi

  2. Ip Address: 82.56.112.127

    Bella questa ventata di ricordi, Raggio Libero.
    Personalmente vorrei sforzarmi a vivere questi frangenti in modo meno faticoso, meno stressante, rispetto al periodo in cui Tacopina dimostrava pieno interesse all’acquisto del Catania.
    Purtroppo questa compravendita, come del resto tutto quello che riguarda il Calcio Catania, è lunga e deleteria, soprattutto per Noi tifosi.
    Spero sempre che si arrivi al dunque e che ci si possa recare allo stadio quanto prima.

  3. Ip Address: 47.53.175.6

    Dice bene la Redazione che il calcio è lo specchio della società attuale. L’indifferenza e l’egoismo personale che prevale mettendo a rischio la vita delle persone più fragili; la corsa al consumismo e al denaro anche calpestando quei valori che fanno la differenza tra l’uomo e le bestie feroci. Giriamola come vogliamo ma personalmente vedo il fallimento come macchia indelebile a vita che non potrà mai essere cancellata con i futuri successi in campo. Stop.

  4. Ip Address: 2a01:e0a:2:e540:ccec:fb90:a50:528f

    ……..si vede la frenesia degli ultimi minuti di gioco di chi deve recuperare un risultato che lo condanna…..c’è la confusione in campo…lanci lunghi alla viva il parroco….tutti in attacco…..ma i goal da recuperare sono piu’ di uno …..c’è quello all’agenzia delle entrate, quello al comune di Mascalucia, quello per i creditori ,quello per l’iscrizione……e le idee di costruzione del gioco sembrano poche e confuse… …passano da Malta facendo un giretto sull’Etna…………beh il tifoso inizia a convincersi che forse l’incubo del fallimento e’ la strada migliore …..piuttosto che vivere da paralizzati saltare nel burrone e reincarnarsi…..in definitiva il burrone e’ solo un gradino più giu’!!!!

  5. Ip Address: 5.91.94.224

    Buona sera a tutti, leggendo qua e là sul web ho notato che oggi ricorrere una scelta strategica del vecchio Patron Ninuzzo: 22maggio 2013 il dirigente Gasperini dopo il buon andamento della squadra etnea decide per situazioni interne che non lo convincono a presentare le dimissioni dal suo ruolo nell’area tecnica del Catania. Da lì il presidente Pulvirenti nomina la “risorsa” Pablo Cosentino Vice presidente è responsabile delle scelte strategiche, dichiarando :ho capito che c’erano alcune cose che dovevano essere modificate. Mi assumo le responsabilità delle mie scelte come sempre e alla fine vedrete che i fatti ci daranno ragione. Purtroppo lo sappiamo tutti come sono andati i fatti. Scelte che Pulvirenti ha pagato in prima persona economicamente e di reputazione mentre società e tifosi dopo anni di illusioni e bugie sono stati lasciati nel limbo dell’incertezza perenne. Tanti saluti e buon weekend a tutti.

  6. Ip Address: 2.38.230.45

    Scusate errata corrige: Gasparin e non Gasperini come suggerisce il T9

  7. Ip Address: 2a01:e0a:2:e540:ccec:fb90:a50:528f

    Spero vivamente di sbagliarmi…..ma la mia impressione e’ che il signor Ferraù stia perdendo sempre più di credibilità…..i suoi discorsi mi appaiono un po’ come fumo negli occhi………ad oggi io vedo piu’ chiarezza da parte di Tacopina ……comunque..il tempo ci dira’ la verita’….

  8. Ip Address: 93.146.160.31

    Vale non ti sbagli ma non è perdita di credibilità anzi dimostra impegno ed attaccamento al Catania calcio. Cerca solo di convincere eventuali acquirenti che trattasi di un affare per fare recuperare il più possibile quanto sborsato dalla Sigi che lui stesso ha confermato che trattasi di 5,8 milioni. Tacopina che non ha gli anelli nel naso invece dice che quanto sborsato dalla Sigi sono persi in quanto trattasi di perdite di gestione della società che non gli appartengono. Ieri sera durante la trasmissione Corner Ferraù non ha detto come aveva fatto con Tacopina che la Sigi cederebbe il 51% di fronte ad un acquirente che mettesse soldi dentro il calcio Catania ma che si accontenterebbe di rimanere dentro con una percentuale simbolica del 10%. Se ho capito bene quest’ultimo discorso già questo sarebbe un bel passo avanti.

  9. Ip Address: 109.52.99.254

    Uniche notizie certe . Nuovo sequestro dei beni nei confronti dell’ex ad Pietro Lo Monaco. Il provvedimento del Tribunale segue quello di un mese fa, in cui erano già stati sequestrati 640 mila euro per il mancato versamento dell’Iva.
    Dopo nuovi accertamenti la somma supererebbe il milione di euro.

  10. Ip Address: 93.146.160.31

    Inoltre la soglia che fa scattare il penale per l’Iva è di 250.000 euro e visto che si parla di un milione di euro presto riceverà anche un avviso per l’apertura di un procedimento penale. Si è tirata troppo la corda e si è spezzata.

  11. Ip Address: 79.20.144.232

    Fuori dal coro il Bari in piena caduta libera è stato eliminato dal feralpi salo’ , nonostante i tanti soldi spesi il prossimo campionato sarà di nuovo serie C

  12. Ip Address: 109.52.69.96

    Buongiorno a tutti ❤️💙 ecco un’altro scienziato del calcio
    RASSEGNA STAMPA
    La Sicilia – Di Marzio: “Catania in crisi perché è raro che qualcuno investa in Sicilia”

    Dario Giuffrida DARIO GIUFFRIDA 27 MAGGIO 2021 – 08: 02

    Le pagine sportive odierne de “La Sicilia” aprono con un’intervista a Gianni Di Marzio, che allenò il Catania guidandolo alla storica promozione in Serie A del 1983.

    L’ex rossazzurro, stuzzicato sulle difficoltà legate al futuro del club spiega: “La verità è che coloro che hanno le possibilità hanno paura di investire in Sicilia. Cito l’esempio di Zamparini, che dopo aver rilanciato il Palermo, è stato costretto a mollare tutto, praticamente cacciato. La Sicilia viene dipinta ancora come una terra a rischio ed è difficile avviare un progetto di rilancio. […] Conosco imprenditori facoltosi, ma quando si parla della Sicilia cambiano subito discorso

  13. Ip Address: 92.78.128.50

    Sarà. io invece credo che i grossi imprenditori (non i quaqquaraquà di di marzio, con rispetto parlando) sarebbero sicuramente disposti a investire in SIcilia, se fossero convinti che esiste un qualche ritorno. Ma fino a quando nessuno si impegna a pubblicizzare bene il prodotto calcio in Sicilia (così come in generale per tutto il sud, Napoli esclusa), chi glielo fa fare? Ieri la squadra di una città di 51000 abitanti, senza alcun nome famoso, ha vinto l’Europa league contro una squadra di lunghissima tradizione e con gente tipo Pogba, Cavani e Bruno Fernandes. Noi continuiamo a leccare la sarda in serie C per chissà quanti altri anni…. Che tristezza

  14. Ip Address: 188.102.55.14

    Dimenticavo : congratulazioni vivissime al Villarreal, che ha dimostrato che anche i piccoli possono vincere nel calcio se ci sono impegno e organizzazione. Aspettando che presto anche noi possiamo tornare a vincere qualcosa.

  15. Ip Address: 158.148.187.138

    Si parla spesso che piccole realtà come il villareal o in Italia il cittadella o il Sassuolo riescono ad emergere rispetto a squadre ricche e blasonate o a capoluoghi di province.
    Si dimentica che si gioca in undici e le rose non sono formate da giocatori nati e vissuti nella città della quale indossano la maglia ma da professionisti che girano il mondo sulla scia del contratto migliore.
    Adesso i soldi muovono il calcio e dietro piccole squadre spesso c’è dietro un grande investitore e collaboratori seri ed esperti che hanno saputo costruire giorno dopo giorno, tassello dopo tassello, squadre importanti su progetti lungimiranti.
    Sembrava che anche noi eravamo avviati verso questa strada e la costruzione di torre del grifo rappresenta una scommessa vinta ma quando poi si sale in alto se si fanno scelte sbagliate si precipita rapidamente.
    Di pari passo non occorre dimenticare che anche la fortuna ha il suo peso. Nel calcio basta una traversa, un palo, un rigore negato, un gol in fuorigioco convalidato a cambiare tutto da un momento all’altro.
    Ricordo la traversa di Lodi contro il Siena che ci ha negato la finale e chissà poi cosa poteva accadere.
    Anche ieri la finale Champion tra due grandi società si e’ risolta tra chi ha opposto alle sfuriate ed ai nervi la calma e la tranquillità sino a quel guizzo che ha portato al gol mentre sul tiro che ha sfiorato l’incrocio da parte del City il portiere del Chelsea spiazzato ha visto la palla uscire ed ha tirato un sospiro di sollievo.
    E l bello del gioco del calcio e’ proprio questo: non sempre la squadra più forte e ricca vince.

  16. Ip Address: 176.200.154.123

    Buonasera a tutti faccio copia e incolla UFFICIALE
    Il Calcio Catania ha inviato regolarmente la documentazione di patrimonializzazione richiesta entro oggi dalla Covisoc.
    Primo passo in avanti verso l’iscrizione al prossimo campionato.
    IL CATANIA 46 è ancora vivo ! 🤞🤞🤞🤞🤞 ❤️💙

  17. Ip Address: 5.91.90.85

    Prossimo passo: fideiussione di 350mila euro e questa abbastanza probabile, ma ulteriori 3 e passa milioni di euro entro fine giugno e qui comincia la salita. Speriamo che qualcuno ma con fatti e intenzioni concrete si faccia avanti per scongiurare un salto nel vuoto dei “Dilettanti”. Per sensazione la nostra salvezza passa esclusivamente per un ripensamento/accordo con il Team Tacopina. Per il resto potrebbero esserci solo sponsor o partnership.

  18. Ip Address: 176.200.105.60

    🚨 Richiesta di sequestro conservativo di tre milioni di euro al Catania calcio. La vicenda rientra nell’ambito della Calcio Catania servizi srl, società che gestiva il centro sportivo di Torre del Grifo, fallita il 21 settembre 2020.

    Richiesta di sequestro anche per gli amministratori del Catania degli ultimi anni: da Lo Monaco a Davide Franco passando per Di Natale, Franchina, Astorina e l’attuale amministratore unico Nico Le Mura. Cos’è? 😡

  19. Ip Address: 93.146.160.31

    Mexxican Cos’è ? tutto dipende dai motivi che ha il Curatore del Calcio Catania Service srl per infilare dentro il Calcio Catania Spa. Se sono crediti che vantava e risultano nel monte debiti del Catania Calcio non è niente di pericoloso e tutto diventa gestibile, diversamente trattasi di una ulteriore rogna ed un motivo in più per tenere lontani eventuali investitori tipo Tacopiana o Altri.

  20. Ip Address: 87.18.98.154

    Mah, possibile che appena si parla di nuovi investitori, che sia vero o falso.. spuntano fuori nuovi debiti?
    Scommetto che se domani vado in giro al duomo a dire che voglio comprare il catania magari salta fuori che devo 30 euro a chiddu do bancu ra tunnina 😉

  21. Ip Address: 176.200.81.187

    Innanzitutto buona festa della repubblica anche se delle (🍌🍌🍌). Grazie Vincenzo,👍. sempreforzact mi hai anticipato 😁 aspettiamoci un’altra estate bollente 🥵

  22. Ip Address: 2a01:e0a:2:e540:28e6:8ce0:3007:322e

    Avellino in semifinale……..e pensare che noi l’abbiamo battuto sia in andata che ritorno 🙄

  23. Ip Address: 5.169.54.98

    Anche adesso come l’anno scorso attesa, ansia, dubbi infiniti, non c’è certezza, sempre sperare, mentre altri programmano e già sanno cosa fare, noi no, avvilente, mortificante che pena, un saluto a tutti

  24. Ip Address: 188.102.48.20

    Per spezzare l’ansia di questa snervante attesa vorrei farei complimentissimi alla Meta, che ha raggiunto la semifinale dei playoff scudetto, passaggio di turno inaspettato, visto che avevamo perso la prima gara per 7 a 0 e nella seconda gara stavamo sul 3 a 3 fino a 48 centesimi dalla fine, il tutto contro l seconda classificata della regular season. Tanto di cappello a questi ragazzi che hanno avuto la forza di non mollare mai (a differenza di altri 😡 ) e che sono gli unici a tenere alto il nome di Catania, assieme ovviamente alle galattiche ragazze dell’Orizzonte nella pallanuoto – la squadra che ha vinto più champions e più scudetti in Europa!
    Anche qui FOZZA CATANIA!

  25. Ip Address: 188.102.48.20

    La Meta per chi non lo sapesse milita nel campionato di serie A1 di futsal. 😉

  26. Ip Address: 188.102.48.20

    Scusate, mi è scappato l’1, non so perché. Ovviamente intendevo serie A

  27. Ip Address: 2a01:e0a:2:e540:c4c9:7141:d9a:7fd1

    Questa manifestazione di interesse di Joe Tacopina verso la Spal… provoca in noi una strana sensazione…..come si puo’ chiamare?…..beh direi la sensazione di essere cornuti……………………anche se la storia d’amore era palesemente finita.

  28. Ip Address: 5.169.54.98

    Per me Tacopina bleffa come al poker, per rispondere a chi del Catania dice che ci sono maltesi questo è quell’altro, qualcosa puzza, e poi erario storia infinita, e Mascalucia finalmente anche se un documento scritto ancora non è in possesso del calcio Catania, quando ci saranno i due documenti ci vorrà quello del tribunale che attesti la ammissibilità.
    Nel frattempo le altre società corrono i giocatori si sono a casati, e noi raccoglieremo chi non si è potuto sistemare ossia giocatori finiti, rotti ecc..

  29. Ip Address: 176.200.112.217

    Credo che l’infinità telenovela targata Joe Tacopina sia arrivata al capolinea , di chi è la colpa ? Bho , non lo sapremo mai, ovviamente loro sono affaristi e vanno dove vogliono e dove gli conviene 💰 . Per noi ? Continuiamo la nostra agonia ………

  30. Ip Address: 5.169.54.98

    Scusate accasati

  31. Ip Address: 5.91.85.72

    Colpevoli? Nell’attuale gestione non credo sia onesto parlare di colpevoli. Bisogna o bisognava fare una scelta: botte piena o moglie ubriaca, cioè matricola o partire senza debiti. In entrambe le opzioni ci sono benefici e aspetti negativi ed ognuno ha le proprie visioni ed opinioni. I colpevoli o il colpevole che ci ha portato nel limbo dell’incertezza invece è chiarissimo. Forse è stato il pegno da pagare per averci fatto sognare un po’ di anni. Anche se alcune scelte scellerate,magari suggerite dal declino economico della Finaria ci hanno portato a questa situazione. L’attuale sistema calcio di qualsiasi categoria non si basa più su passione e appartenenza ma sul denaro. Ma sul denaro reale, non su ipotesi,bluff o promesse. E per fare ciò ci vuole una certa disponibilità, (in base alle ambizioni) programmazione e oculatezza. O allora si rischia di bruciarsi ( Inter docet). Per me la prospettiva migliore è a settembre di essere “seduto” sui gradini del Massimino in qualsiasi contesto, magari restaurato poiché è venuto il tempo che le promesse o impegni si mantengano, affinché qualche ipotetico investitore possa iniziare a fidarsi della città di Catania. Buona giornata a tutti.

  32. Ip Address: 87.21.139.193

    Passa il tempo ed ancora non c’è chiarezza su mister Joe , cordate maltesi o che altro.
    I soci della Sigi sanno bene che in assenza di investitori dovranno ricapitalizzare immettendo nuovi capitali per iscrivere la squadra e formalizzare una rosa.
    Non ci resta che attendere gli eventi e la rimodulazione del debito con l’agenzia delle entrate. Solo allora si potrà conoscere la effettiva sofferenza passiva così di permettere le valutazioni ad eventuali compratori o nuovi soci. Speriamo solo nell’apertura degli stadi che potrebbe portare entusiasmo e ossigeno nelle casse societarie .

  33. Ip Address: 87.18.98.154

    A mister Taco sono bastati pochi giorni per innamorarsi della città di Ferrara, parole d’amore per la Spal e per i suoi tifosi.. un po’ patetico secondo me.
    Ma va bene così, giustamente lui pensa a fare affari, Mexxican che fine ha fatto la bottiglia?? E sempre al fresco?? 😉

  34. Ip Address: 5.168.69.159

    Ciao, qualcuno a proposito di stadio, ha notizie se i lavori sono cominciati?
    Ormai non mi sorprende nulla magari le promesse svaniscono, oppure inizieranno i lavori a ottobre?

  35. Ip Address: 62.2.176.13

    Ciao ragazzi
    purtroppo non ci ho capito più niente. Che Tacopina aveva un grando amore lo si sapeva SOLDI!
    la prossima stagione sarà da tanti anni che non guarderò più il Catania. Mi sono stufato di tutto questo. Da 8 anni che siamo con un piede nella fossa. Non si fa un passo in avanti. Ogni anno la stessa cosa.
    Basta. A questo punto credo che é tutto tempo perso sperare che qualcuno investa nel Catania.
    Siamo in C é resteremo in C. E un altra categoria non ci compete proprio. E questa le dimensione del Catania e niente più.

  36. Ip Address: 176.200.153.42

    Sempreforzact la bottiglia lo stappata oggi nel tardo pomeriggio in onore alle neo campionesse d’Italia della pallanuoto femminile orizzonte Catania ❤️💙 perché se aspettavo ancora joe Tacopina era più facile che diventava aceto 😃, ciao jamajama tutto bene? Purtroppo l’Italia è un paese strano dove le città del sud sono sempre più penalizzati in tutto

  37. Ip Address: 62.2.176.13

    Ciao Mexxican
    Tutto a posto e tu? Non credo che le citta del sud siano più penalizzate. Credo proprio che al sud si lavoro un po a modo loro…………… Sai qui ci sono tanti persone del sud e dicono tutti la stessa cosa non é il sud che é peggio sono proprio le persone che sono fatti a modo loro.
    Guarda il CT come era e come lo hanno fatto diventare. Il Messina il Palermo e io parlo solo di calcio. Vedo i miei familiari che lavorono giu in un ospedale come “lavorono”………… e si lamentano anche.
    Siamo noi del sud che siamo diciamo un po speciali……………….. ma nel senso non buono.
    Non siamo in grado di fare……………….

    Ciao Mexxican e forza ITALIA

  38. Ip Address: 188.100.71.9

    Caro Jamajama, caro Mexxican, permettetemi di contraddirvi. La maggior parte dei meridionali, così come buona parte di tutte le persone di ogni parte del mondo, se vanno a vivere in un posto dove le cose funzionano, si comportano bene e lavorano e vivono senza essere particolarmente speciali. In Italia purtroppo è dal 1870 che ci dicono che non sappiamo lavorare, che siamo fannulloni, che le cose da noi non funzionano, che al nord è tutto meglio (per “fortuna” è arrivata la pandemia a riportarli con i piedi sulla terra e ridicolizzarli, loro e lel loro “eccellenze”), che sappiamo solo lavorare la terra (quando poi tutte le più grandi aziende agricole e zootecniche sono al nord). Tutto questo da un lato ovviamente è funzionale alle aziende del nord italia che occupano tutti i mercati del sud con i loro prodotti (andate a guardare i nun qualsiasi supermercato la provenienza del 95 % dei formaggi e dei salumi, per rendervene conto) e si nutrono dell’immigrazione lavorativa del sud, dall’altro convince i settentrionali di essere superiori a qualcuno, che poveracci altrimenti rappresenterebbero solo lo scarto dell’Europa forte. E noi meridionali, invece di reagire come si dovrebbe, continuiamo a inveire contro: lo stato, il governo, la nostra (supposta) inferiorità, i politici, la nostra (ipotetica) natura, u cauru, e chi più ne ha più ne metta, cosa che chiaramente ci deresponsabilizza e ci aiuta ad accettare lo stato delle cose perché tanto “non è colpa nostra”. Cioè siamo divisi fra quelli che dicono “e cchi ama ffari, semu fatti accussì” e quelli che dicono “ci penalizzano quelli del nord”.. Attenzione, non dico che non ci sia un piccolo fondo di verità in tutte e due le frasi, ma semplicemente che queste frasi purtroppo ci spingono a non vedere che i nostri fallimenti sono dovuti principalmente… ai nostri sbagli. CHi si organizza bene e amministra saggiamente, non fallisce. Il Napoli è una società sanissima, con un bilancio che rubentus e inda se lo sognano la notte. E senza ricevere gli svergognati aiuti statali degli agnelli, dei moratti, ecc. Senza andare troppo lontano, l’Orizzonte è la società di pallanuoto più scudettata e che ha vinto più champions league in tutta Europa, senza un minimo sbandamento da quando è nata. Anche lì c’è stata saggezza organizzativa a lungo termine e sanità di bilancio, e i risultati sono sempre arrivati. Tacopina, secondo me, è un imprenditore che cerca di fare soldi in Italia con i diritti televisivi perché ha visto che lo fanno altri più sperti d lui (Commisso, Friedkin, Zang) e ha pensato di provarci con qualche club allo sbando ma pieno di tifosi (noi) oppure con qualche club di poco conto, ma in una serie superiore (Spezia, Venezia e quant’altro). Poi, senza dubbio, storicamente i vantaggi economici li ha ricevuti sempre il nord Italia, e a volte è più difficile fare capire alla gente delle nostre latitudini che bisogna spaccarsi il c.lo il triplo per raggiungere risultati avvicinabili a quelli di chi ha sempre avuto vita facile (il nord italia, appunto), ma se la smettiamo di piangerci addosso, ammettiamo i nostri errori e ci sappiamo organizzare, ce la possono annacare tutti pari pari. Personalmente sarei molto contento se la SIGI facesse una saggia campagna acquisti e provasse a salire di serie con i propri mezzi. Il VIllareal ha vinto la champions con un bilancio da squadra di serei b italiana. La Ternana ha fatto un campionato spettacolare con pochissimi nomi di grido, possibile ca sulu nuattri ama alliccari sempri a sadda?
    Ringrazio anticipamente tutti quelli che avranno avuto il coraggio e la forza di leggere questo lunghissimo papello e ovviamente anche quelli che arrivati a metà si unchianu a ce… e mi hanno mandato a quel paese. Il mio commento finale è solo e sempre FOZZA CATANIA! Rinasceremo come la fenice.

  39. Ip Address: 5.168.67.218

    No Pietro Paolo, personalmente non mi sono annoiato, dici bene ci vuole organizzazione stimarsi saluti

  40. Ip Address: 93.146.160.31

    jamajama e pietro paolo hanno scritto osservazioni giuste su problematiche complesse che Giuseppe Tomasi di Lampedusa ha tentato di decifrare con il romanzo Il Gattopardo con quella famosa frase “si cambia tutto per non cambiare niente”. Infatti ancora nel Sud non è cambiato niente e le eccellenze che avrebbero potuto diventare gli artefici e promotori del rinnovamento, grazie ai Gattopardi, sono stati costretti a fare arricchire prima il Nord e poi i Paesi che li accolgono. Pietro Paolo non mi sono annoiato a leggere e sono arrivato fino in fondo.

  41. Ip Address: 95.232.129.212

    Buonasera a tutti , ho scritto che il sud Italia è più penalizzato rispetto al nord Italia . siccome la questione meridionale la conosciamo tutti quanti e purtroppo è solo una questione politica e lo sport ne è lo specchio Egregio Pietropaolo condivido il tuo post , ricordiamoci che stiamo dicendo la stessa cosa con parole diverse 😃 , comunque tornando al calcio torneremo grandi ❤️💙

  42. Ip Address: 62.2.176.13

    Pietropaolo
    tu hai scritto quello che io pensavo in italiano……………………. purtroppo io l’italiano lo parlo un po é lo scrivo molto meno…………………

    Ma vedo che la pensate come me non si deve piangere ma si deve reagire!

    Saluti é oggi FORZA ITALIA

  43. Ip Address: 95.249.205.38

    Come disse il grande Pino Caruso “noi in Sicilia se dobbiamo fare una cosa la dobbiamo fare in grande o non facciamo niente, ecco perché spesso.. non facciamo niente”
    Fozza Catania

  44. Ip Address: 79.55.197.37

    Dici bene Pietro Paolo e le tue osservazioni le ho lette sino all’ultima riga.
    Vero quello che dici che un meridionale al nord si adegua a quella mentalità e addirittura poi riesce in tanti casi a primeggiare rispetto a coloro i quali sono del posto.
    Discorso diverso se quello stesso meridionale rimane al sud perché resta imbrigliato in un sistema diverso in tanti casi figlio del clientelismo , della raccomandazione che si trasformano in rassegnazione.
    Raccomandazione in tutti i campi non solo lavorativi ma anche per riscuotere una pensione, fare un certificato, una qualsiasi attività.
    Impiegati che dietro gli sportelli tante volte si gonfiano come pavoni e se non li conosci ti mandano da un ufficio all’altro solo per il mero gusto di farlo, mentre se sei “segnalato” tutte le porte si aprono.
    Ovviamente non generalizzo ma in tanti casi e’ così.
    Purtroppo siamo fatti così .
    Scusatemi per queste chiacchiere che esulano dal mondo del Calciocatania ma di quello oggi c’è poco da parlare, meglio stare in trepidante attesa dei risvolti iniziando dall’iscrizione per la prossima stagione

  45. Ip Address: 95.238.151.183

    Il Catania ha ricevuto l’ok dalla COVISOC per l’iscrizione al prossimo campionato.
    La federazione ha dichiarato,inoltre,che non sussistono “motivi ostativi all’ottenimento della Licenza Nazionale ai fini della partecipazione al Campionato di Serie C 2021/2022″.

    #catania #cataniacalcio #forzacatania #calciocatania #seriec #legapro #gironeC #asostegnodelcatania #società #catania1946 #covisoc #campionato #save1700

  46. Ip Address: 79.19.153.192

    Allora il primo step e’ andato. Adesso si deve lavorare per allestire una rosa all’altezza e per immettere capitali necessari per garantire l’ordinaria conduzione della società

 Lascia un commento

ATTENZIONE: I contenuti dei commenti rappresentano ESCLUSIVAMENTE il punto di vista dell'autore. Nei commenti e' vietato compiere o indurre a compiere qualsiasi tipo di reato, ed e' vietato Danneggiare, lesionare in alcun modo i diritti altrui. E che il commento non abbia contenuto razzista o sessista, non sia offensivo, calunnioso o diffamante. La Redazione si riserva il diritto di rimuovere i commenti che violino le precedenti regole a suo insindacabile giudizio. Gli IP sono registrati ed utilizzati in caso di controversie per intraprendere percorsi legali contro i molestatori.


(Richiesto)

(Richiesta. Non sarà pubblicata)

Question   Razz  Sad   Evil  Exclaim  Smile  Redface  Biggrin  Surprised  Eek   Confused   Cool  LOL   Mad   Twisted  Rolleyes   Wink  Idea  Arrow  Neutral  Cry   Mr. Green

su
giu