Col cuore si vince

 Scritto da il 1 novembre 2016 alle 16:21
Nov 012016
 

paolucci-biagianti

Il nostro Catania ci regala la seconda vittoria di fila a dimostrazione di un organico di qualità  che sinora ha difettato solo per l’attacco e per qualche amnesia difensiva senza le quali potevamo già essere una squadra di testa della classifica, ripensando ai pareggi esterni di Andria, Taranto e Melfi, a quello interno col Fondi e alla sconfitta rimediata immeritatamente in casa contro l’Akragas. Nove punti ci mancano oltre ai sette rimediati per le scelleratezze di una proprietà che ha dimostrato in questa occasione e non solo, i suoi limiti in fatto di sagacia e lungimiranza amministrativa e aziendale. Sette punti di penalizzazione uniti ai nove gettati alle ortiche e agli undici maturati sui campi ci porta  ad un totale di ventisette punti, solitari dominatori di questa classifica virtuale.  Purtroppo  quella  ufficiale è un’altra e ci vede adesso al centro classifica dopo aver lasciato i piani bassi di questo girone nei quali risiedevamo fino a quindici giorni fa. Riteniamoci soddisfatti di questo risultato perché sarebbe stato facile deprimersi e mollare gettando la spugna per non riprendersi più .

Nulla di tutto questo! I veterani della maglia rossazzurra dopo averla onorata nella massima serie oggi hanno dato prova di grinta e di coraggio dimostrando attaccamento ai nostri colori e ai tifosi etnei, in un momento che poteva provocare sconforto e disperazione, quello nel quale Reginaldo con un perfetto diagonale riusciva a bucare il pur bravo Pisseri insaccando il pallone alla sua sinistra. Dopo un primo tempo che ha visto i nostri schierati come contro il Lecce con il solo cambio di Paolucci per Calil partire a spron battuto, per poi accusare un calo fisiologico dovuto alle alchimie tattiche di Grassedonia che cambiava modulo arretrando Pestrin e spostando Cicirielli a sinistra che se la vedeva con Di Cecco confermato in quella porzione di campo.

Il primo tempo si chiudeva a reti inviolate e il secondo tempo confermava le buone impressioni che la squadra ospite aveva fornito in trasferta di squadra attenta e ben messa in campo lesta  a bucare la nostra difesa apparsa nell’occasione distratta, con Reginaldo abile a trovare l’angolino alla sinistra di Pisseri, condannando il Catania, anche in questa occasione, ad inseguire per recuperare un risultato bugiardo per quello che si era visto in campo. Costretti ad alzare il baricentro i nostri ottenevano una punizione che Paolucci, sottotono sino ad allora, raccoglieva facendo un gol dei suoi sottoporta conquistando il meritato pareggio.

Il Catania da quel momento acquisiva consapevolezza dei propri mezzi e Rigoli dalla panchina gettava nella mischia Piscitella e Fornito per Basiric e Mazzarani  apparsi calati alla distanza e successivamente Calil per Paolucci che usciva raccogliendo le ovazioni delle curve. I nuovi innesti davano nuova energia alla squadra di casa culminate con un magnifico gol del capitano Biagianti che in semirovesciata davanti al portiere insaccava il pallone del 2-1.

Ribaltato il risultato il Catania resisteva con tenacia ai tentativi biancazzurri di pareggiare e il fischio finale dopo quattro minuti di recupero consegnava ai tifosi la gioia della seconda vittoria di fila che ci porta al centro di una classifica sempre più corta e foriera di nuovi possibili colpi di scena.

Adesso domenica ci  aspetta il Foggia che ha raccolto un meritato pareggio a Lecce e adesso in casa aspetta il Catania per continuare la cavalcata verso la B. Forte il Foggia, che ama imporre il suo gioco abilmente interpretato da uomini esperti quali Chirico’, Rubin, Agnelli, Empereur e l’onnipresente Vacca e contro cui il Catania potrebbe sfruttare le ripartenze e  la velocità sulle corsie ma che dovrà essere attento in difesa e fare densità a centrocampo per uscire dal campo pugliese almeno con un pareggio che dia morale e ci permetta di continuare sulla scia di risultati utili per scalare passo dopo passo quella classifica ancora avara di punti a favore.

Ma prima di Foggia ci aspetta la sfida di coppa sul campo del Messina rianimato dalla cura di Lucarelli che provocherà dispendio di energie e per la quale mi aspetto dei cambi rispetto alla formazione “titolare” di domenica scorsa al fine di evitare infortuni e affaticamento agli uomini scesi in campo contro la Paganese. Nava, De Rossi, Fornito, Scoppa, Piscitella, Anastasi, Calil e Russotto potrebbero essere impiegati dal primo minuto avendo le qualità tecniche per affrontare a testa alta il Messina.

Vedremo cosa si inventerà a tal proposito il tecnico rossazzurro con la speranza di riuscire a conquistare il passaggio al turno successivo e con la certezza che chi scenderà in campo ci metterà anima e cuore perché quello, unito alla tecnica, permette di vincere e va lanciato  oltre ogni ostacolo.

  16 Commenti per “Col cuore si vince”

  1. Ip Address: 95.234.202.180

    Vittoria importante contro una Paganese ben messa in campo dal suo allenatore. Penso che il problema del nostro attacco, sia dovuto anche alla mancanza a centro campo di un elemento capace tecnicamente di illuminare il gioco con la dovuta autorevolezza e continuità. Godiamoci anche questa vittoria e guardiamo avanti con fiducia. Buna serata a tutti

  2. Ip Address: 151.38.122.140

    Sono d’ accordo con il mio amico Filippo! Manca ,effettivamente ,un regista di qualità e sostengo ancora una vera punta e poi c ‘ è la cocciutaggine d Rigoli che non utilizza con continuità Barisic ,che è l’ unico giocatore che è in grado di fare un gioco aereo efficace! Cerchiamo,domani di fare risultato con il Messina ! Andando avanti in coppa e con un pizzico di fortuna si potrebbe conquistare in tal modo l ‘ accesso ai play off !

  3. Ip Address: 2a01:cb19:077c:2600:c46d:fc72:42f3:f999

    Daccordissimo con Armando sulla necessità di utilizzare Barisic che a mio parere è insieme a Di Grazia tra quelli che “leggono di più l’allenatore “….cio’ porta al risultato di lottare quel quid in più che è molto importante per il risultato di ogni partita.

  4. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:4c56:cfcf:1b87:a3db

    Anch’io la penso come voi a gennaio penso che Lo Monaco farà in modo di completare l’organico e provare a vincere i playoff

  5. Ip Address: 79.46.144.183

    Buongiorno a tutti. Dagli uomini convocati da Rigoli e dagli esclusi di questa partita di oggi contro il Messina ritengo che Rigoli dia molto spazio alle seconde linee specialmente in difesa. Secondo me non ha tutti i torti: Di Cecco e Djordjevic sono usciti domenica con i crampi, Bergamelli e Biagianti giusto non affaticarsi se no fanno la fine di Bastrini. Secondo me torneranno Nava a dx al centro de santis e mbodj a destra de rossi o Parisi a centrocampo prevedo l’impiego di Scoppa con Fornito e Da Silva e in avanti spazio a Piscitella e magari Anastasi e Calil. In porta anche il cambio tra Pisseri e Matosevic? Azzardato ma ritengo giusto dare minutaggio agli uomini meno impiegati e che avranno il sangue agli occhi per farsi vedere e sperare in un posto in prima squadra. Poi l’ultima parte della partita potrebbe ipotizzare dei cambi a secondo di come va il match. Vorrei vedere all’opera de santis: questo ragazzo della primavera del Milan tutti ne dicono bene e possiede anche fisico e un bel tiro tanto da segnare con personalità . Stamattina mi recherò dal nostro caro Giorgio portando il mio e il vostro saluto.

  6. Ip Address: 79.4.15.37

    Ciao Cataneseanapoli,
    Salutalo dalla parte mia…..

  7. Ip Address: 79.45.59.74

    Grazie Cataneseanapoli,salutalo da parte di tutti noi il grande Giorgio47.
    Speriamo che dopo i 6 punti e la classifica migliore ed il morale diverso si possa migliorare nel gioco e con esso incamerare punti preziosi dentro e fuori.saluti a tutti

  8. Ip Address: 151.37.150.211

    Noi tutti del sito ,saremo senz’altro , d ‘ accordo ,prima di vedere la partita di Coppa del Catania ,che sarebbe doveroso raccoglierci in un minuto di silenzio nella memoria perenne del nostro mitico Giorgio! Un tifoso rosso azzurro come lui resterà da esempio per tutti noi amici del suo caro Catania ! Il Suo Ricordo rimane incancellabile !

  9. Ip Address: 79.46.144.183

    Tornato dal cimitero che accoglie le spoglie del nostro caro Giorgio. Sereno nella sua foto, occhi profondi e sorriso intrigante come quando commentava le vicende della nostra squadra. Una pioggerella mi ha accolto e la stessa bagnava la tomba che lo ricopriva. Ho pensato fossero le lagrime di noi tutti.

  10. Ip Address: 151.47.11.230

    Cari amici,si cambiano i giocatori ma rimane sempre il non gioco! Bastano poche parole ! Sempre primi sulla palla i giallorossi ! Soliti errori difensivi e i soliti giocatori nostri lenti. Inconcludenti, ! Non interessava la Coppa? Ma almeno salvate la faccia ! Non ci sono parole ! Oggi ,cara Redazione ,è mancato pure il cuore!

  11. Ip Address: 79.31.41.217

    Direi cari amici che non vedo schemi,non vedo gioco o forse la penso solo io così,ma non vale commentare diranno era un allenamento,si dovevano provare alcuni giocatori,e piermanteri non provarlo? come mai il portiere titolare ma e ma ciao a tutti

  12. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:4c56:cfcf:1b87:a3db

    Adesso mi sono veramente stufato sia di Rigoli e di alcuni giocatori,dopo mesi e mesi questa squadra non ha una parvenza di gioco,quelli che di solito giocano di meno quando hanno la possibilità di giocare dovrebbero dare tutto invece fanno a gara per meritarsi la panchina a vita se non la tribuna,sembra una sorta di maledizione da quando è andato via Sannino sono arrivati allenatori che definirli tali è un insulto alla categoria,spero che Lo Monaco faccia un bel repulisti di calciatori indegni di vestire la maglia del Catania e incominci a guardarsi intorno per un nuovo tecnico,sono d’accordo con avvilito per quando riguarda piermatteri perchè farlo giocare pochi minuti?non ha senso e perchè continua a mettere quei due indegni di calil e russotto?

  13. Ip Address: 178.39.222.16

    Buongiorno ragazzi

    Questa é la squadra di LoMonaco. Questo é l’allenatore di LoMonaco. Ha fatto tutto lui quindi perché dovrebbe cambiare tutto a gennaio?
    Io non vi capisco! Non abbiamo giocato benissimo, ma nemmeno cosi male. Giocatori giovani qualche sbaglio lo fanno. Piermateri dopo quello che ha fatto lo fanno giocare? Vergognosa una cosa……

  14. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:4c56:cfcf:1b87:a3db

    Jama ha dovuto fare tutto di fretta,non dimenticarti che aveva grane più importanti da risolvere,secondo me immaginando il suo modo di operare si disferà dei giocatori non idonei alla causa e penso che anche di rigoli cominci anche lui a stufarsi,credo che lui già da quest’anno farà di tutto per risalire in B,quindi punterà per forza di cose ai play off,ma per centrarli deve avere la certezza che chi sta al timone della squadra sappia fare il suo mestiere e Rigoli per il momento non lo ha dimostrato,che non mi si venga a dire che la coppa italia non era importante,sono soltanto alibi

  15. Ip Address: 87.30.123.18

    Buonasera a tutti, un , grazie a catanese a Napoli

  16. Ip Address: 82.53.139.142

    Grazie Catanese a Napoli per il saluto che hai portato al nostro grande amico Giorgio e buona nottata a tutti

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu