Legrottaglie: Il Catania aereo in fase di decollo

 Scritto da il 7 novembre 2013 alle 18:03
Nov 072013
 

Legrottaglie

La squadra ha delle potenzialità, il gap rispetto all’anno scorso possiamo colmarlo.
Fiducia massima, Nicola Legrottaglie guarda al futuro a testa alta. Ripartiamo, siamo un aereo che sta decollando e sta per prendere il volo. Sono molto fiducioso, sabato sera potrebbe essere l’inizio di una grande cavalcata grazie al sacrificio, presto avremo i risultati che meritiamo. Conosciamo l’importanza di ogni partita, siamo convinti di essere un buon gruppo.Non è quella la posizione in classifica del Catania, stiamo ritrovando convinzione e forma. La serenità viene dai risultati e dobbiamo ritrovare la vittoria che ci darà maggiore autostima.
Gyomber, mi ero sbilanciato avendolo visto in allenamento in estate dicendo che era un giovane interessante come del resto Cabalceta e Keko. Gyomber ha una disciplina incredibile e avrà un grande futuro. Se dovessi fare l’allenatore porterò come esempio Keko perché è un professionista serio che nelle difficoltà si è sempre comportato bene lavorando senza mai creare problemi.
Maxi Lopez, con l’infortunio di Bergessio ho detto a Maxi per stimolarlo che abbiamo bisogno di lui. E’ un professionista serio e anche da lui ci aspettiamo molto e sono certo che ci darà una grossa mano.

Sull’Udinese che non potrà contare sul suo uomo-simbolo: Out Di Natale, non averlo contro è meglio, però sappiamo che loro hanno giocatori di classe come ad esempio Muriel. Servirà la massima attenzione.

  16 Commenti per “Legrottaglie: Il Catania aereo in fase di decollo”

  1. Ip Address: 79.19.41.223

    SICURAMENTE IL NOSTRO CATANIA DOVRA METTERE CUORE E GRINTA A INCOMINCIARE DA QUESTA PARTITA E ANDARE AVANTI CON LE ALTRE FORZA CATANIA SEMPRE :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa: :salve: :salve:

  2. Ip Address: 151.46.84.24

    :salve: forza catania dai che decolliamooooooooooo :sciarpa: :sciarpa: :sciarpa:

  3. Ip Address: 79.3.71.184

    Basta che non ti fai buttar fuori un altra volta 😉

  4. Ip Address: 87.1.41.117

    Buonanotte a tutti. :salve:

    Dai ragazzi………..Abbattiamo l’Udineseeeeeee! :sciarpa: :sciarpa:

    Rosso come il fuoco, azzurro come il mare, l’amore per il Catania non si può spiegare!
    :sciarpa:

  5. Ip Address: 79.19.41.223

    BUONGIORNO A TUTTI FRATELLI DAL CUORE ROSSAZZURRO :sciarpa: :sciarpa:
    Articolo del: 7 novembre 2013, a cura di: Redazione

    MASCALUCIA (CT) – Ancora un po’ di prudenza. Boateng, Cabalceta, Monzon, Peruzzi e Spolli hanno lavorato a parte nell’odierna seduta di allenamento, svolta in serale come solito questa settimana. Diminuiscono le possibilità di veder uno tra questi giocatori in campo contro l’Udinese. Tra le note liete, la convocazione di Biraghi in nazionale U21.
    :sciarpa: :sciarpa: :salve: :salve:
    Commenti

  6. Ip Address: 79.19.41.223

    Stampa: La mano di De Canio ed il piede di Lopez
    De Canio prepara il 4-4-1-1. Dopo una settimana di lavoro, piena, le attese per la gara contro l’Udinese salgono. La mano dell’allenatore sulla squadra inizierà a vedersi e dar i suoi frutti? Il piede di Maxi Lopez., fuori Bergessio, sarà carico e preciso? I rossazzurri hanno bisogno di un trascinatore, anche in campo. Da Udine Guidolin prepara il 4-2-3-1.

  7. Ip Address: 79.19.41.223

    La favola del trascinatore (Antonio Costa – Calciomercato.com)

    “Le partite contro Juventus e Napoli non hanno permesso al Catania di cambiare le sorti del proprio campionato, ma probabilmente in pochi si attendevano che potesse avvenire il contrario. Sicuramente sarebbe stato positivo ottenere anche un semplice pareggio in almeno una delle due partite, ma ancora una volta i rossazzurri sono tornati a casa a bocca asciutta. Qualcosa a cui aggrapparsi però c’è, in questa situazione ci si deve sforzare di trovarla ad ogni costo. La prestazione degli uomini di De Canio contro i partenopei è stata davvero buona e con un pizzico di fortuna in più si sarebbe potuta compiere anche l’impresa di raggiungere il pari. Così non è stato ma si può ripartie da quella voglia espressa in campo dai giocatori etnei, che a tratti hanno fatto intravedere qualcosa del Catania dello scorso anno. […] Troppo poco se non si riesce subito a dare continuità ed è per questo che si deve fare di tutto per centrare quella vittoria che adesso diventa fondamentale per restare aggrappati al treno della salvezza. C’è bisogno del gruppo, ma anche di un vero trascinatore in campo proprio come avvenne qualche stagione fa con Mihajlovic alla guida del Catania. Si va in cerca di coincidenze, a volte nel calcio funziona davvero, anche se non è detto che tutto debba ripetersi nuovamente. Allora fu Maxi Lopez a diventare il simbolo della rimonta prodigiosa che valse una salvezza insperata e il caso vuole che sia ancora una volta il biondo argentino ad avere la possibilità di trasformarsi nell’uomo della riscossa. Contro il Napoli Maxi ha giocato una grande partita ed ha toccato tutti i palloni più importanti, risultando determinante anche nell’azione del goal del Catania.

    Catania-Udinese (I Giornali di Sicilia)

    E’ il momento di affilare le armi mettendo da parte le difficoltà che hanno contraddistinto le prime 11 giornate di campionato. Il Catania è chiamato a vincere. Contro l’Udinese, sabato alle 18 allo stadio Massimino, solo i 3 punti possono invertire un trend negativo che ha portato i rossazzurri al penultimo posto in classifica. A Napoli, nonostante la sconfitta, si sono visti segnali di risveglio ed in questi giorni a Torre del Grifo si sta lavorando in maniera intensa per non lasciare nulla al caso. A mettersi in luce nel corso della consueta partitella in famiglia è stato Leto autore di una tripletta. Gli altri gol sono stati siglati da Guarente, Maxi Lopez, Keko e Petkovic. Contro l’Udinese De Canio potrebbe riproporre il 4-3-3 con Izco, Tachtsidis ed Almiron in mediana e Keko, Castro e Maxi Lopez in attacco. Non dovrebbero esserci novità neppure in difesa sebbene Spolli, che ha ormai recuperato, potrebbe essere convocato. I centrali saranno Gyomber e Legrottaglie. In casa Udinese Guidolin dovrà fare a meno di capitan Di Natale infortunato al cui posto giocherà Muriel. Anche i friulani quest’anno stanno avendo difficoltà ed in classifica viaggiano a 13 punti.

    De Canio dà l’impronta al Catania (Il Giornale di Sicilia)

    “Con Barrientos e Bergessio in infermeria per infortuni che saranno superati solo a lunga scadenza, il Catania si priva di oltre il 50% del potenziale offensivo. Ben quattro degli appena sette gol realizzati fino ad ora dagli etnei sono stati segnati, infatti, dal pitu (tre) e da “lavandina” (uno). Due maglie del tridente sono da assegnare, quindi. Castro sembra l’unica certezza, soprattutto dopo che nelle ultime prestazioni sembra essere vicino al rendimento della scorsa stagione. Per il ruolo di attaccante centrale il favorito è Maxi Lopez, che già a Napoli è partito da titolare e, tutto sommato, ha disputato una partita incoraggiante. Per la corsia esterna Sebastian Leto avanza una forte opzione. Ieri, in una partitella in famiglia, su campo ridotto, l’attaccante con gli occhiali ha realizzato una tripletta. Segno di una buona condizione dell’argentino che forse ha superato i problemi ad un ginocchio. La lunga indisponibilità di Bergessio ha riacceso la competizione interna e non può che essere un fattore positivo, per cercare di controbilanciare la perdita della qualità e quantità di gioco, gol a parte, espressa in campo dallo stesso Bergessio.

    Guidolin prepara il 4-2-3-1, i siciliani rispondono con il 4-4-1-1 (Messaggero Veneto)

    “Per la resa dei conti l’appuntamento è per sabato dalle 18 in poi, ma è certo che in questi giorni Udinese e Catania stanno puntando molto sulla strategia tattica e con un denominatore in…

    “Per la resa dei conti l’appuntamento è per sabato dalle 18 in poi, ma è certo che in questi giorni Udinese e Catania stanno puntando molto sulla strategia tattica e con un denominatore in comune, le prove con la difesa quattro. L’ha riproposta ieri Guidolin smascherando in allenamento quel 4-2-3-1 a cui da tempo il tecnico sta pensando, senza tuttavia averlo mai proposto in partite ufficiali fin dall’inizio, e la sta sponsorizzando anche De Canio a Torre del Grifo, dove la ritrovata disponibilità di Spolli, Monzon e Peruzzi alleviano l’emergenza e ampliano le scelte in retroguardia. Qui Udinese. Ma andiamo per ordine partendo dalla casa bianconera, dove la buona novella l’ha portata ieri Dusan Basta, al rientro in gruppo dopo la contusione al torace rimediata a Reggio Emilia. Il serbo quindi ci sarà, e non è notizia da poco neanche per Guidolin, che infatti ieri lo ha proposto basso a destra nella linea difensiva a quattro completata da Danilo, Neuton (il brasiliano sta crescendo) e Gabriel Silva. Complici le momentanee assenze di Domizzi ed Heurtaux, tre quarti di difesa ieri era dunque brasiliana in una delle due formazioni proposte in partitella. Davanti alla mediana in questa formazione c’erano Mlinar e Lazzari con Pinzi, Pereyra e Zielinski sulla trequarti in posizione di partenza alle spalle di Muriel. Nella formazione opposta Allan e Badu hanno giocato mediani bassi con Jadson, Bruno Fernandes e Merkel alle spalle di Lopez, viste le assenze note di Totò e di Ranégie, impegnato in un lavoro differenziato.SOLO CATANIA TUTTO IL RESTO E NOIA :sciarpa: :sciarpa: :salve: :salve:

  8. Ip Address: 79.19.41.223

    Legrottaglie spinge l’aereo Catania: “Ripartiamo, stiamo per decollare” (Goal.com)

    “Il difensore del Catania Nicola Legrottaglie crede nella ripresa dei suoi. Sull’Udinese, prossimo avversario in campionato: “Di Natale fuori? Meglio non averlo contro”.

    “Ripartiamo. Siamo un aereo che sta per decollare”. Ad usare la singolare metafora, riferita al suo Catania, è Nicola Legrottaglie, che si è detto “molto fiducioso” sulle possibilità di ripresa dei suoi, alle prese con un avvio di campionato da dimenticare. “Credo nello spirito di sacrificio e nella cultura del lavoro, sono convinto che presto avremo i risultati che meritiamo – le parole del difensore rossazzurro in conferenza-stampa – Conosciamo l’importanza di ogni partita, sappiamo di essere un gruppo con delle buone potenzialità. Il gap rispetto alla scorsa stagione c’è, ma possiamo colmarlo”. All’orizzonte c’è la sfida contro l’Udinese, che aprirà il programma del prossimo turno di Serie A: “Di Natale fuori? Meglio non averlo contro, anche se loro vantano altri giocatori di classe come Muriel. Servirà la massima concentrazione per fare risultato”.

    LEGROTTAGLIE: PRESTO ARRIVERANNO RISULTATI (Repubblica)

    “Siamo un aereo in fase di decollo e per questo ci serve l’aiuto della citta’”. Con queste parole Nicola Legrottaglie ha presentato la sfida di sabato pomeriggio contro l’Udinese. Intanto l’infermeria del Catania inizia a svuotarsi e a De Canio torna il sorriso. Le buone notizie arrivano dalla difesa: Nicolas Spolli, infatti, ce la fara’ per la panchina. L’allenatore spera di portare con se’ tra i convocati anche Monzon e Peruzzi. Non ce la faranno invece Boateng e Cabalceta, che resteranno quindi a Torre del Grifo insieme agli infortunati di lungo corso Bergessio, Barrientos e Plasil. Dallo spogliatoio rossazzurro arrivano sensazioni positive, nonostante la penultima posizione in classifica. “Presto arriveranno i risultati che tutti ci aspettiamo e meritiamo – ha detto ancora Legrottaglie – Le difficolta’ ci sono state, ma e’ necessario far punti per rimanere attaccati alle altre. Si e’ spezzato qualcosa, ma noi siamo sempre gli stessi: siamo convinti che si possa ricucire col sacrificio e siamo consapevoli della nostra forza. La nota positiva e’ quella che dalle difficolta’ sono emersi giocatori che non avremmo altrimenti conosciuto. Gyomber ha dimostrato che le mie impressioni del pre campionato non erano sbagliate e Keko e’ un esempio per tutti noi: il primo ad arrivare e l’ultimo ad andarsene. La serenita’ arrivera’ iniziando a far punti”. Secondo l’ex Juve, tuttavia, questa non sara’ una partita da dentro o fuori. “Contro l’Udinese non sara’ una gara decisiva ma puo’ segnare la svolta – spiega – Facendo tre punti potremmo poi riprendere consapevolezza e fiducia per ottenere un filotto di vittorie”.

    Legrottaglie: «Il Catania aereo in fase di decollo» (Il Corriere dello Sport)

    “Il difensore: «La squadra ha delle potenzialità, il gap rispetto all’anno scorso possiamo colmarlo. Out Di Natale? Non averlo contro è meglio»

    “Fiducia massima, Nicola Legrottaglie guarda al futuro a testa alta. Il difensore in conferenza stampa punta tutte le sue fiches sul Catania: «Ripartiamo. Siamo un aereo che sta decollando e sta per prendere il volo. Sono molto fiducioso. Credo nel sacrificio e nel lavoro, presto avremo i risultati che meritiamo. Conosciamo l’importanza di ogni partita, siamo convinti di essere un buon gruppo. La squadra ha delle potenzialità, il gap rispetto all’anno scorso possiamo colmarlo». SFIDA – Poi sull’Udinese che non potrà contare sul suo uomo-simbolo: «Out Di Natale? Non averlo contro è meglio, però sappiamo che loro hanno giocatori di classe come ad esempio Muriel. Servirà la massima attenzione».

    Legrottaglie: «Contro l’Udinese per spiccare il volo» (Calcio News 24)

    “Intervenuto in conferenza stampa, Nicola Legrottaglie, difensore del Catania, ha mostrato entusiasmo nonostante il brutto momento che stanno attraversando gli etnei: «In questo momento – spiega – ci manca autostima, ma quella te la garantiscono i risultati. Io vedo un aereo che sta per decollare: sabato contro l’Udinese possiamo spiccare il volo, abbiamo le qualità per uscire da questa situazione». UDINESE – «Contro i friulani – ha proseguito – non sarà facile, nonostante l’assenza di Di Natale: c’è Muriel che è fortissimo e temo il gioco di Guidolin. Gyomber? In estate mi ero sbilanciato e avevo ragione: è un giovane forte, con grande disciplina e avrà successo in futuro. Maxi Lopez? Ci ho parlato e l’ho caricato: dopo l’infortunio di Bergessio tocca a lui guidarci in avanti». :salve: :salve: :salve:

  9. Ip Address: 79.19.41.223

    SPOLLI HA RECUPERATO (Repubblica)

    Due rientri in gruppo per il Catania, in vista dell’anticipo di sabato sera contro l’Udinese: Spolli, che ha smaltito lo stiramento del gemello mediale della gamba destra rimediato oltre un mese fa, e Guarente, reduce da un turno di squalifica, sono entrambi attesi tra i convocati per la sfida contro i friulani. In fase di miglioramento i convalescenti Monzon e Peruzzi, ancora fuori causa gli infortunati Bergessio, Barrientos, Plasil, Bellusci, Boateng, Cabalceta. In avanti De Canio dar… fiducia a Maxi Lopez, possibile un ritorno tra i titolari di Keko. :sciarpa: :sciarpa: :salve: :salve:

  10. Ip Address: 79.19.41.223

    GIORGIO DOVE SEI TUTTO BENE SPERO

  11. Ip Address: 79.19.41.223

    CATANIA, con l’Udinese comincia il tuo campionato. L’ex De Canio ha l’asso nella manica
    08.11.2013 08:23 di Marco Carmanello Twitter: @marcocarmanello

    E’ vero, gli zero punti raccolti nelle difficili trasferte contro Juventus e Napoli non fanno classifica, ma la salvezza del Catania non passa di certo dallo Juventus Stadium o dal San Paolo. Le ultime due gare non avranno smosso gli etnei dal penultimo posto in graduatoria, ma di certo gli uomini di De Canio sono tornati in Sicilia con più fiducia, consapevoli del fatto che sabato alle 18.00 al “Massimino” contro l’Udinese comincia il loro “nuovo” campionato.

    Nonostante le tantissime assenze, i rossazzurri non hanno affatto sfigurato ne a Torino (il passivo di 4 gol è esagerato per i valori visti in campo in quel turno infrasettimanale), ne a Napoli, dove il Catania è stato in partita fino all’ultimo. De Canio, in vista della delicata sfida con l’Udinese, ripartirà dalle certezze viste nelle ultime uscite e nelle sedute a Torre del Grifo: in attacco, stanno attraversando un buon momento di forma sia Maxi Lopez che Castro, artefici del gol che è servito ad accorciare le distanze con il Napoli. In porta, Andujar ha collezionato interventi da urlo confermando il suo posto da titolare davanti al pur bravo Frison, protagonista di una grande gara a Cagliari, l’ultima di Maran sulla panchina del Catania. Bene anche Biraghi, che impiegato in posizione più avanzata rispetto alle prime uscite ha dimostrato anche di saper mettere al centro palloni invitanti: l’assist per Castro al San Paolo è una prova tangibile.

    Una carta in più nel mazzo di De Canio, che non ha utilizzato a Napoli, potrebbe essere Sebastian Leto: l’argentino non è sceso in campo di fronte al suo mentore Benitez, che lo ha voluto fortemente al Liverpool nel 2007, ma nell’allenamento del giovedì ha dimostrato di essere in ottime condizioni realizzando una tripletta che fa ben sperare. L’ex Panathinaikos può essere davvero l’asso nella manica per il tecnico di Matera.

    Intanto, a caricare il gruppo in vista della partita con l’Udinese, ci ha pensato Nicola Legrottaglie. L’esperto difensore pugliese si è espresso in maniera positiva in conferenza stampa nell’antivigilia della dodicesima di campionato, paragonando il Catania ad un “aereo pronto a decollare”. Un volo che dovrà partire puntuale sabato alle 18, perché al Massimino arriverà un Udinese ferita, probabilmente nel peggior momento dell’era Guidolin.

    La sonora sconfitta casalinga con l’Inter per 3 a 0, l’infortunio di capitan Di Natale e le frizioni interne (vedi la rissa sfiorata tra il tecnico veneto e il centrocampista brasiliano Allan), fanno ben sperare il Catania e De Canio in vista del match contro la sua ex squadra: l’attuale tecnico etneo ha infatti esordito su una panchina di Serie A proprio guidando i bianconeri nel 1999, rimanendo poi in Friuli fino al 2001, anno del suo esonero.

    Per conquistare i tre punti, utili per tirare un bel sospiro di sollievo vista la classifica, il Catania dovrà necessariamente gettare il cuore oltre l’ostacolo, sfornando una prestazione grintosa e volitiva, in modo tale da riconquistare un pubblico titubante, voglioso di trasformare i sonori fischi della gara con il Sassuolo in fragorosi applausi.

  12. Ip Address: 79.19.41.223

    CalcioPercorso:ANSA.it > Calcio > News
    Udinese: battibecco Guidolin-Allan
    Centrocampista chiede scusa al tecnico negli spogliatoi
    06 novembre, 21:36
    salta direttamente al contenuto dell’articolo
    salta al contenuto correlato

    riducinormaleingrandisciIndietroStampaInviaScrivi alla redazioneSuggerisci ()

    Guarda la foto1 di 1
    Udinese: battibecco Guidolin-Allan (ANSA) – UDINE, 6 NOV – Battibecco nell’allenamento pomeridiano dell’Udinese tra il tecnico Francesco Guidolin e il centrocampista Marques Allan. Il brasiliano ha reagito male a un’osservazione dell’allenatore e per questo è stato fatto allontanare dal campo. La società friulana ha sottolineato che negli spogliatoi Allan ha chiesto scusa al mister, verrà multato ma non escluso dai convocati per la prossima gara contro il Catania. Anni fa per un episodio simile Guidolin aveva escluso dalla convocazione Di Natale.
    😆 😆 😆 😆

  13. Ip Address: 79.19.41.223

    La partita del riscatto. Catania e Udinese arrivano al primo anticipo della 12esima giornata di Serie A con la voglia di rimediare agli ultimi ko. La squadra di De Canio è reduce dal doppio confronto con Juventus e Napoli e – con due soli punti conquistati nelle ultime cinque giornate – si ritrova al penultimo posto in classifica a +1 sul fanalino di coda Chievo Verona. Meglio sta facendo l’Udinese che, però, non riesce a viaggiare su quei ritmi che negli ultimi tre anni le hanno permesso di qualificarsi in Europa.

    COME ARRIVA IL CATANIA – Negli ultimi giorni Luigi De Canio ha recuperato diversi calciatori, ma rispetto all’undici che ha ben figurato sabato scorso allo stadio San Paolo dovrebbero cambiare poche pedine. Sicuramente ci sarà un difensore in meno (Capuano) e un calciatore offensivo in più (Keko), mentre in mezzo al campo – scontata la squalifica – Guarente dovrebbe riprendersi il posto. Dalla conferenza stampa odierna dell’allenatore arriveranno indicazioni più precise: Leto nel test in famiglia di mercoledì ha dato segnali di ripresa importanti e non è escluso un suo impiego.

    COME ARRIVA L’UDINESE – Con Di Natale e Maicosuel out per infortunio scelte forzate per Francesco Guidolin che al fianco di Luis Muriel dovrebbe schierare Nico Lopez. A centrocampo, nonostante la lite con Guidolin, Allan sarà regolarmente in campo, così come Dusan Basta che tornerà dal 1′ al posto di Widmer.

    Catania Catania
    (4-3-2-1) PROBABILE
    Udinese
    PROBABILE (3-5-2) Udinese
    Ultimo aggiornamento venerdì 07:10

    21 Mariano ANDUJAR
    Portiere

    22 Pablo ALVAREZ
    Difensore

    6 Nicola LEGROTTAGLIE
    Difensore

    24 Norbert GYÖMBÉR
    Difensore

    34 Cristiano BIRAGHI
    Difensore

    17 Tiberio GUARENTE
    Centrocampista

    7 Panagiotis TACHTSIDIS
    Centrocampista

    4 Sergio ALMIRON
    Centrocampista

    26 Keko
    Attaccante

    19 Lucas CASTRO
    Centrocampista

    10 Maximiliano Gaston LOPEZ
    Attaccante
    1 Zeljko BRKIC
    Portiere

    75 Thomas HEURTAUX
    Difensore

    5 Danilo
    Difensore

    11 Maurizio DOMIZZI
    Difensore

    8 Dusan BASTA
    Difensore

    7 Emmanuel BADU
    Centrocampista

    3 Allan
    Centrocampista

    37 Roberto PEREYRA
    Centrocampista

    34 Gabriel Silva
    Difensore

    9 Luis MURIEL
    Attaccante

    17 Nicolas LOPEZ
    Attaccante

    PANCHINA

    1 Alberto FRISON
    Portiere

    34 Giuseppe FICARA
    Portiere

    5 Alexis ROLIN
    Difensore

    3 Nicolas SPOLLI
    Difensore

    33 Ciro CAPUANO
    Difensore

    13 Mariano IZCO
    Centrocampista

    20 Federico FREIRE
    Centrocampista

    11 Sebastián LETO
    Centrocampista

    40 Bruno PETKOVIC
    Attaccante
    30 Ivan KELAVA
    Portiere

    99 Francesco BENUSSI
    Portiere

    6 Igor BUBNJIC
    Difensore

    4 Naldo
    Difensore

    19 Douglas Santos
    Difensore

    18 Jadson
    Centrocampista

    21 Andrea LAZZARI
    Centrocampista

    94 Piotr ZIELINSKI
    Centrocampista

    52 Alexander MERKEL
    Centrocampista

    13 Mathias RANEGIE
    Attaccante

    32 Bruno Miguel FERNANDES BORGES
    Centrocampista

  14. Ip Address: 79.19.41.223

    Lopez, una lunga storia nel segno dell’Udinese
    C’è un vagone carico di indizi, dicono tutti che la partita di Sabato contro l’Udinese non sarà una ‘qualunque’ per Maxi Lopez. In Italia, la gara contro i friulani ha sempre significato per l’argentino più di quanto dicesse il risultato finale. Senza Di Natale, Andujar tira un sospiro di sollievo, è l’attaccante che l’ha battuto di più.

  15. Ip Address: 79.19.41.223

    CATANIA – Statistiche e curiosità di Catania-Udinese

    La prima
    Contro l’Udinese mai gara banale per Lopez. Il 31 Gennaio 2010, Catania-Udinese fu la sua gara d’esordio assoluto in maglia rossazzurra ed in serie A. Durò 55′. Mihajlovic lo sostituì con Morimoto. Terminò 1-1 con reti di Floro Flores e Biagianti.

    La seconda
    Stagione 2011/12, la seguente a ‘La prima’. Catania-Udinese, stavolta con Guidolin avversario e Giampaolo nella panchina di casa. Arriva il secondo goal in stagione. Interrompere l’astinenza record di più d’un mese senza goal. Mai verificatasi prima. E’ il primo goal di testa in rossazzurro. E’ anche il primo gol decisivo della nuova stagione.

    Quella seconda
    Combinazione? Quella ‘seconda volta’ si giocò il 10 Novembre 2011, per l’11^giornata. Sabato sarà il 9 Novembre e si giocherà per la 12^. Similitudini che s’appaiano considerando che, come allora (20.45) si giocherà sotto i riflettori, come allora arbitrerà De Marco, come allora sulla panchina dell’Udinese siederà Guidolin, come allora mancherà Di Natale, come allora l’Udinese scenderà in campo da decima in classifica.

    Quella terza
    La gara di ritorno della stagione 2011/12 non fu memorabile, Lopez subentrò a Bergessio a pochi minuti dalla fine. Il Catania perdeva e perse 2-0. Stagione 2012/13 più interessante. La storia tra Lopez ed il Catania si interrompe prima della sfida del Friuli. Quella gara, Lopez, la osserva dalla tribuna dopo aver giocato, 14 giorni prima, a Bologna. E’ il 22 Gennaio 2012. La settimana seguente passa al Milan.

    Quella quarta
    Con l’Udinese è solo un arrivederci. Dopo meno di un mese da quella data si gioca Udinese-Milan. Lopez è alla sua terza in maglia rossonera, sempre partendo dalla panchina. Al 66° Allegri lo manda in campo al posto di Nocerino. L’Udinese vince 1-0. Passano 11′, arriva il goal dell’1-1, il primo di Lopez col Milan. All’85°, su assist di Lopez, l’1-2 firmato El Shaarawy.

    Infine
    Giocò solo 13′ nel 3-1 subito la scorsa stagione dalla Sampdoria, al Friuli. Sarebbero rimasti nell’anonimato se non gli fossero valsi la conferma da titolare per la gara seguente, contro il Catania, alla 36^giornata: l’ultima in maglia doriana.

    Di Natale
    Dispiace per il giocatore, ma al Catania non dispiacerà affatto per sé. D’altronde Di Natale al Catania ha segnato la bellezza di 9 reti in 11 incontri. Tra e squadre alle quali ha segnato di più, è il Catania quella con qui vanta la media realizzativa più brillante. Quasi un goal a partita. Ha segnato consecutivamente negli ultimi 4 incontri per un totale di 5 reti.

    Tre vittorie
    Nelle ultime tre vittorie dell’Udinese, sempre a segno e determinanti le reti di Di Natale.

    Andujar
    Per quanto detto, non sorprende che Mariano Andujar abbia subito da Di Natale il maggior numero di reti italiane, 6 in 3 partite. Lo stesso numero anche da Palacio, ma in 4 precedenti.

    Almiron
    Gara da ex per Almiron. Il centrocampista rossazzurro venne portato in Italia dai friulani, che lo prelevarono dal Newell’s (ARG). Esordì in serie A il 23 Novembre 2001, da titolare, nel successo esterno sul Perugia. Allenatore Roy Hodgson.

    Almiron
    Insieme ad Andujar, Almiron è il giocatore più schierato del Catania, con 10 presenze sulle 11 gare giocate. E’ anche il più sostituito. Tirato fuori dalla mischia già 6 volte.

    Boateng
    Kingsley Boateng è l’unico giocatore della rosa ad aver giocato, in questa stagione, mai però da titolare.

    Brkic
    Nelle ultime due gare di campionato, avvicendamento tra portieri. Fuori Kelava, dentro Brkic. Rientrato dopo un guaio muscolare, il portiere serbo ha subito 4 reti. Affronterà il Catania per la quarta volta. In tre incontri non ha mai vinto ed ha subito 5 reti rimanendo inviolato solo nell’unico precedente (il primo) con la maglia del Siena.

    Castro
    Lucas Castro si conferma unico giocatore a disposizione di De Canio ad aver segnato per il Catania in questo campionato. Col goal del San Paolo, due centri. Meglio ha fatto solo Barrientos, con tre.

    Gol
    Nelle sole gare di campionato, 14 in totale, il Catania ha dimostrato di non aver mai perso contro l’Udinese a patto di riuscire a segnare almeno una rete.

    NoGol
    Dalla considerazione precedente: Solo due volte su 14, in campionato, Catania-Udinese si è conclusa con entrambe le squadre in rete. Nel 1949/50 e nel 2009/10, entrambe le volte 1-1.

    Bilancio
    Dal ritorno in serie A del Catania, la gara interna contro l’Udinese ha visto, lato Catania: 2 sconfitte, 1 pareggio, 2 vittorie.

    Vittoria
    La vittoria più larga del Catania al Massimino, contro l’Udinese, risale alla stagione 1954/55. Fu goleada, 5-0. La vittoria interna più ingente di sempre in serie A. Questa la sequenza delle marcature: 17′ Bassetti, 21′ Ghiandi, 54′ Ghiandi, 67′ Ghiandi, 89′ Spikofski.

    Udinese
    In questa stagione i friulani hanno colto un solo pareggio, in casa contro il Bologna (1-1) alla terza giornata. Sei sconfitte e quattro vittorie completano il quadro. In trasferta sono arrivate 5 sconfitte ed una vittoria, contro il Sassuolo (10^ giornata).

    Catania
    Il Catania finora ha vinto una sola volta in campionato, in casa. Catania-Chievo 2-0. I rossazzurri sono il peggior attacco insieme al Chievo. Sono la squadra che ha sfruttato meno il fattore casalingo, insieme al Chievo. E che ha segnato meno di tutte in casa, 3 reti appena. I rossazzurri non vincono da 4 turni.

    Bilancio
    Sono 16 le gare tra Catania ed Udinese giocate al Massimino. Otto volte ha vinto il Catania, quattro l’Udinese, altrettanti i pareggi. Sono 22 le reti segnate dal Catania, 12 quelle dall’Udinese.

  16. Ip Address: 72.226.121.41

    Ancora non si conosce con precisione la formazione del CATANIA ma io penso che[stante la sosta] sia meglio dare fiducia a coloro che si sono comportati bene nelle ultime 2 sfortunate trasferte.Alla ripresa del torneo,poi,tutti gli infortunati potranno tornare in campo perche’ avremo bisogno di tutti e la strada della salvezza[malgrado tutti i proclami…….] si prospetta lunga e difficile.In ogni caso,la fiducia non dovra’ mai venire meno perche’ e’ la componente essenziale per raggiungere qualsiasi risultato.SEMPRE FORZA CATANIA

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu