Meno due

 Scritto da il 15 dicembre 2017 alle 10:29
Dic 152017
 

Vorrei iniziare innanzitutto dai due punti in più che speravamo di avere in tasca prima del fischio iniziale dell’ultimo match e dopo di aver appreso dei pareggi concomitanti delle squadre di vertice della classifica che, al momento, contendono ai rossazzurri la promozione diretta in serie B.

Peccato, una grande occasione persa per portarci a solo un punto dalla capolista Lecce e per conquistare la seconda piazza in solitaria, lasciando I granata ed il Siracusa distanti, riaffermando, dopo la sconfitta patita a Trapani, la legittimità del secondo posto. Non ci siamo riusciti! Malgrado la spinta emotiva e continua dei tanti tifosi etnei, la squadra non ha espresso quel potenziale che ha sulla carta. Era una sfida da vincere, dimostrando cattiveria agonistica, fame di vittoria, voglia di lottare, questi i necessari elementi psicologici, ai quali andavano aggiunti gli indispensabili spunti tattici da modellare e rivedere a seconda dell’avversario di turno. Si sapeva che il Matera di Auteri è una squadra che gioca al pallone e lo attesta il suo modulo 3/4/3 attuato per 15 domeniche e sostituito solo per due volte con un inedito 4/4/2 dal quale il mister dai natali aretusei ottenne due sconfitte. Lucarelli, dopo la negativa esperienza del sabato precedente, è invece tornato al 4/3/3 di fabbrica, facendo capire che si sarebbe giocato per avere il predominio sull’avversario contando sulla velocità dei due funamboli Russotto e Di Grazia, pronti a sfruttare i lanci di Lodi e Marchese. Altre opzioni o alternative al quadro tattico? Negativo. Perché non si gioca palla a terra? Quali i limiti? Perché disponendo di due centrocampisti esperti come Caccetta e Mazzarani e uno dai piedi vellutati come Lodi, facciamo economia di azioni palla a terra? Queste le domande che se fossi un giornalista farei a mister Lucarelli. Scelta sua o interpretazione personale dei suoi ragazzi? Non lo sappiamo e dubito lo sapremo mai.

Ma stiano sereni, a noi interessa fino a un certo punto: ci interessano però i gol. E su questo aspetto, due problemi: meno due gol regolari in cascina beffardamente annullati in queste due ultime giornate da arbitri mandati a dirigere il Catania dal designatore arbitrale Signor Giannoccaro da Lecce, ai quali si aggiungono anche alcuni rigori non assegnati e due punte di cui la prima si sta facendo attendere parecchio e si mette in mostra per belle passeggiate sul manto erboso, l’altra, la sua spalla o, per meglio dire, la seconda punta che, con sette gol e’ in testa alla classifica dei marcatori del girone e lotta e corre su ogni pallone. Come la mettiamo? Dobbiamo ancora aspettare qualche miracolo a una partita dal giro di boa? Quelli dell’ex cecchino stabiese sono i gol che ci mancano e quelli dovevano portarci in vetta. Non fasciamoci la testa: tutto e’ ancora possibile magari ricorrendo al mercato di riparazione prevedendo almeno due nuovi innesti: una punta che segni ed un centrocampista di corsa, abile nei recuperi quando la squadra è sbilanciata.

Non possiamo comunque sottacere gli infortuni che hanno causato le uscite anticipate dal campo di Russotto e Lodi per i quali i tempi di recupero potrebbero protrarsi sino alla fine di gennaio 2018: meno due giocatori da poter impiegare in un periodo cruciale della stagione, entrambi elementi di indiscusso valore e interpreti di primo livello per assicurare il passaggio di categoria.

A meno due dalle trasferte insidiose che ci aspettano, Rende e Racing Fondi, due tegole pesanti per mister Lucarelli che dovrà escogitare qualche nuovo accorgimento tattico per impostare un Catania che dovrà scardinare le difese di queste due squadre che affronteremo in trasferta, per poi dedicarci alla Casertana al Massimino, prima della meritata sosta e degli eventuali e attesi colpi di mercato di Lo Monaco. Un passo alla volta! Con schemi adeguati, pur con le gravi assenze in rosa per infortunio, il nostro Catania ha le carte in regola per portar via punti pesanti dall’ostico campo biancorosso.

La formazione calabrese allenata da Trocini, adotta stabilmente il 3/5/2 affidandosi al portiere Forte, valutazione 300 mila euro dati trasfermarket , assistito dai difensori centrali Sanzone, Porcaro e Pambianchi. Sulla corsia di destra Godano ed in quella opposta Blaze. Centrali probabili Franco, Gigliotti, Rossini e, in avanti Laaribi e Actis Goretta o Ricciardo.

Pur essendo una neopromossa, la squadra sta tenendo testa a formazioni più esperte della categoria, occupando al momento la quinta posizione in compagnia della Virtus Francavilla. Più propensa in casa alle vittorie che ai pareggi (solo col Cosenza), ha raccolto l’intera posta contro Reggina, Catanzaro, Paganese, Sicula Leonzio e Matera, e due sconfitte contro Siracusa e Francavilla. Fuori casa ha ottenuto due vittorie con Akragas e Monopoli, tre pareggi contro Fondi, Bisceglie e Casertana e quattro sconfitte maturate a Lecce, Castellammare, Trapani ed Andria. 15 i gol subiti alla data odierna e 13 le reti realizzate da otto calciatori con Rossini capocannoniere con tre gol, seguito da Ricciardo, Vivacqua e Actis Goretta con due. In gol anche Gigliotti, Franco, Coppola e Laaribi.

Per la rosa a disposizione, il cui valore e’ attestato sui 2,18 mil di euro e per le aspirazioni della piazza, i biancorossi stanno facendo un campionato di rilievo, giocando con la tranquillità dettata da una posizione in classifica importante ma, nel contempo, con l’umiltà che indossa chi sa di aver giocato tra i dilettanti lo scorso anno.  Questo potrebbe essere il primo ostacolo per i rossazzurri, costretti a vincere per riscattarsi dai passi falsi con il Trapani ed il Matera e per di più con la difficoltà di non poter disporre di due dei giocatori più rappresentativi Lodi e Russotto.

Probabilmente i rossazzurri proporranno il 4/3/3 schierato contro il Matera con Biagianti, qualora in condizione, in posizione arretrata a supporto di Mazzarani in versione play maker mentre il sostituto di Russotto potrebbe essere Rossetti esterno di attacco a supporto di Di Grazia e Curiale, con la speranza che gli infortuni non lascino anche fuori lo stesso numero 23 e Bogdan.

La speranza avere un arbitro che sappia valutare, unitamente ai suoi collaboratori, le chiamate per fuorigioco, perché non se ne può più. Tante e tante volte sono stati fischiati a sfavore presunti fuorigioco che hanno penalizzato e non poco, la squadra etnea. Con quei gol annullati, ultimo quello contro il Matera apparso regolare, il Catania sarebbe stato capolista solitario del girone. Purtroppo però la classifica e’ un’altra e, anche per questo, la nostra squadra deve fare di più, lottando su ogni pallone senza piangersi addosso. Occorre non perdere terreno anzi bisogna guadagnarlo e, per farlo, ciascun titolare o elemento della panchina deve, ha il dovere, di lottare per la vittoria perché il primo posto, solo quello, assicura la b direttamente. Forza liotro, contro tutti e tutto, come sempre e da sempre.

A tal proposito, si rimane senza parole verso chi ha vietato la trasferta di Rende ai tifosi rossazzurri, “colpevoli” magari di essere stati attesi e poi aggrediti per strada da teppisti palermitani per il solo torto di recarsi a Trapani per sostenere la loro squadra del cuore. Se non e’ accanimento questo……

  26 Commenti per “Meno due”

  1. Ip Address: 5.90.168.38

    A rende brutta partita….tutto contro non voglio essere disfattista ma oggi tutti i giornali puntano il dito contro la malasorte ma anche contro una squadra che non è nelle migliori condizioni….anche se abbiamo tanti infortunati ma possibile dobbiamo andare a rende con la paura di perdere….possibile che le riserve sono inferiori ai giocatori del rende…in fondo giochiamo con una ripescata ….cose da pazzi …pensate è una partita così da tripla che sta nel totocalcio b giornata fozza ct

  2. Ip Address: 151.37.85.198

    Che ci sia un accanimento nei confronti dei tifosi catanesi è ormai un fatto acclarato e continuativo ! La pazienza è una delle tante virtù dei nostri supporters ! Partita di fficilissima quella a Rende, dove i locali daranno l’ anima per rendere la vita difficile ad una squadra ,che loro non hanno mai incontrato e,se le cose fossero andate in un’altra maniera , non avrebbero mai incontrato ! Un sogno per loro che potrebbe diventare un incubo per noi ! La squadra è decimata , con il morale ,non certo alle stelle e quindi ,speriamo che i nostri giocatori ritrovano l’ orgoglio ,alquanto annacquato,di rappresentare una società dal passato illustre ! Orgoglio e coraggio ,a cominciare da Lucarelli ! Se si vuole avere ancora qualche speranza ,si deve vincere ! Giocare per VINCERE , senza sterili tatticismi , con grande spirito di sacrificio ! E speriamo di non dover avere scusanti per gli errori dell’ arbitro! Questi sono stati evidenti nelle ultime partite ! Abbiamo un avversario in più ! Comunque sempre forza Catania!

  3. Ip Address: 79.13.62.218

    Mi spiace contraddirti Ma col Rende abbiamo giocato nfl campionato 1979/80, quello della promozione in b. All’allora Cibali fini 1-0 gol di morra, A casa loro 0-0. La squadra domenica sarà rattoppata, ma sono sicuro che nei momenti di difficoltà gli etnei usciranno gli attributi. Non dobbiamo mollare ne noi ne i ragazzi

  4. Ip Address: 151.35.125.64

    E’ vero,Catanese a. Napoli . Un buco nella mia memoria ! Ma è pur sempre vero che per loro ( senza delirio di onnipotenza ) è un’ occasione rara ,! Comunque ,noi,è amaro dirlo,diamo spesso queste occasioni a squadre di tradizioni assai meno nobili !

  5. Ip Address: 79.13.62.218

    Già. Poi con quelle combinate malaccio (casertana, Leonzio e Reggina) riusciamo a raccogliere brutte figure. Adesso abbiamo il caso Russotto con la procura federale che chiede la sua squalifica di tre anni. Il 23 la sentenza.

  6. Ip Address: 5.90.168.38

    Ciao ct a na ti invito a leggere la questione russotto sul sito de la repubblica se le cose stanno così x andrea non la vedo bene x smontare tutto ci vogliono prove che non ci sono….non dico che prenderà 3 anni ma qualche mese….poi fatalità la condanna arriva a fine gennaio quando riprende il campionato….altra cosa strana …questo processo stava andando in prescrizione ora si ricordano di fissare ludienza….carusi non ci scordiamo che il presidente del lecce è un grosso avvocato…siamo alle solite….fozza catania

  7. Ip Address: 78.15.2.149

    Non conosco i particolari della vicenda Russotto della partita Catanzaro Avellino quindi non sono in condizione di poter dare un giudizio su come potrebbe finire. Non mi preoccupa il fatto che il presidente del Lecce sia un grosso avvocato perchè in giro ce ne sono centinaia altrettanto bravi che sicuramente le due squadre interessate prenderanno per la loro difesa. Pertanto se esistono le prove le condanne arriveranno sia per le squadre che per Russotto se invece esistono i teoremi tipo ” non poteva non sapere” dei bravi legali riusciranno a smontarli. In ogni caso anche se la squalifica fosse solo di un mese credo che il Catania dovrà cautelarsi cercando sul mercato qualcuno che potrebbe prendere il suo posto, compito molto difficile perchè non è semplice trovare qualcuno bravo come Russotto.
    Per la partita di Rende se le assenze si limitano a quelle di Russotto e Lodi ritengo che la squadra sia nelle condizioni di giocare per vincere, hanno vinto il Siracusa ed il Francavilla squadre che non hanno giocatori paragonabili a Lodi e Russotto formate da calciatori della stessa portata di quelli che li andranno a sostituire a Rende.
    Forza Catania

  8. Ip Address: 5.90.168.38

    Lasciamo perdere la giustizia sportiva che x il catania non c’è mai stata pensiamo a rende speriamo che lucarelli riesca a fare una formazione idonea in fondo abbiamo riserve di gran lunga superiori ai giocatori del rende bisognerà però inquadrarli bene in campo vediamo cosa sanno fare…b 🌃 fozza catania

  9. Ip Address: 151.18.60.159

    Buongiorno a tutti, purtroppo tutto contro tutti per noi non è una novità andiamo avanti………..

  10. Ip Address: 151.18.60.159

    Primo Piano
    CATANIA: incasso da biglietti venduti al “Massimino” nel girone d’andata, cifre importanti
    Di Redazione – 15 dicembre 20170303

    Catania Curva Nord

    Secondo informazioni raccolte da TuttoCalcioCatania.com, tenendo conto delle partite di campionato disputate dal Catania allo stadio “Angelo Massimino” nel girone d’andata, la società etnea ha introitato dai biglietti venduti circa mezzo milione di euro, per la precisione 455.989 mila euro per un totale di 91.725 tagliandi staccati. Il record di spettatori e di incasso si è registrato in occasione del match Catania-Sicula Leonzio, giocato davanti a 14.090 presenze con oltre 90mila euro

  11. Ip Address: 79.13.62.218

    Ma secondo voi un giocatore da dolo per giunta entrato dalla panchina e per di più attaccante ( non portiere o difensore) può modificare l’esito di una partita? Siamo alle solite. Per fortuna che la sentenza dovrebbe uscire il 23 dicembre, in tempo per eventualmente ricorrere al mercato. Ora che si pensi al Rende e più dei giocatori mi preoccupa il campo, più piccolo e con 1000 spettatori stipati quasi sul campo. Tuttavia fino sicuro che le nostre riserve valgono più dei loro titolari. Forza liotro

  12. Ip Address: 151.53.30.219

    Buongiorno io credo che se giocano da Catania non ci sarà scampo per il Rende,ok mancherà Lodi Ma se recupera Biagianti può sostituirlo degnamente certo con caratteristiche diverse ma pur sempre di Biagianti stiamo parlando non di pinco pallino,ok mancherà Russotto può giocare benissimo Ze Turbo non scarterei Mazzarani al posto del buon Andrea,volevo aggiungere x Vincenzo hai ragione sul fatto che sarà difficile trovare un sostituto di Russotto forte come lui,ma io ti dico che uno quasi simile l’ho visto giocare l’anno scorso nel Pordenone di Tedino gran giocatore quast’anno gioca nel Brescia ma ha avuto poco spazio,solo 8 presenze in serie B,si chiama Luca Cattaneo,e sembra che il buon Lo Monaco abbia già in cassaforte il si del calciatore,e quasi anche la definizione con il Brescia,ripeto l’anno scorso era un piacere vederlo giocare in quelle partite che ho visto su Rai Sport giocate dal Pordenone,poi mi risulta che per quanto concerne l’attaccante centrale Lo Monaco abbia già definito per un’attaccante che milita in serie B,che sia Castaldo?certo sarebbe un gran colpo,il calciatore non riesce a trovare spazio in pianta stabile nell’Avellino di Novellino,entra sempre a partita in corso ma riesce sempre a fare la differenza segnando anche gol risolutori,speriamo bene io sono fiducioso e domani prendiamo i 3 punti ,Forza Catania.

  13. Ip Address: 5.90.168.38

    Scusa marcello magari plm facesse quello che dice abbiamo un direttore che parla solo mah staremo a vedere comunque se vogliamo vedere il catania in b è scontato prendere almeno 3 giocatori se no il prossimo anno vedremo ancora rende e fondi ciao fozza ct

  14. Ip Address: 78.15.2.149

    Aurelio per il momento il direttore può solo parlare e non potrebbe fare altro, poi a gennaio se riuscirà a piazzare Calil e Ripa stai più che certo che qualcosa la farà nella direzione che tutti vorremmo.
    Intanto pensiamo a vincere domani.
    Forza Catania

  15. Ip Address: 78.15.2.149

    Cataneseanapoli concordo con te che solo un giocatore fra l’altro attaccante non può mai modificare l’esito di una partita, però, qualora esistessero prove concrete, non teoremi, che un giocatore si è attivato per modificarne l’esito “anche senza riuscirci” viene giudicato cmq colpevole.
    Il fatto che si discute in prima udienza il 23 dicembre purtroppo non ci aiuta molto perchè come spesso accade nella giustizia ordinaria in primo grado difficilmente i giudici annullano completamente le richeste fatte dal pubblico ministero, salvo rendersi conto che tutte le accuse siano poggiate sul nulla. Solo in appello la questione verrebbe rivalutata con altri giudici e questo se ho letto bene potrebbe essere a fine gennaio.
    Pertanto se il 23 dicembre non arrivasse l’assoluzione completa di Russotto il Catania dovrà per forza prendere qualcuno in sostituzione prima della decisione in appello altrimenti rischierebbe tantissimo di rimanere scoperto. Non ci voleva quest’altro problema !!!!

  16. Ip Address: 79.43.147.89

    Marcello, non credo proprio che Castaldo possa mai indossare la maglia rossazzurra. In primis il budget ; secondo: lui ha sposato l’avellino e terzo : e’ un giocatore di 35 anni. Gioca poco perché anche per gli infortuni avuti in passato, gioca col contagocce ed entra solo nei momenti di bisogno come oggi.

  17. Ip Address: 5.90.254.215

    Vincenzo sono daccordo ma non credo sia facile piazzare calil e ripa x domani speriamo che il mister dispone bene in campo i giocatori che anche se riserve sono sicuramente superiori ai calabresi speriamo di non trovare le solite difficoltà tattiche visto l aria che tira va bene il 352 ciao e forza ct

  18. Ip Address: 5.90.254.215

    Scusa vincenzo condivido anche io sulla questione russotto lo avevo già spiegato qualche giorno fa che la procedura giudiziara in atto non promette nulla di buono e ho accennato che ora serve per forza un sostituto a dx una cosa e

  19. Ip Address: 5.90.254.215

    Dicevo che una cosa è certa plm a gennaio avrà un bel da fare….sempre se vuole il catania in b b 🌃

  20. Ip Address: 78.15.2.149

    Da quello che ho letto pare che Rossetti e Di Grazia non sono disponibili e Biagianti dovrebbe partire in panchina, speriamo che Lucarelli non riprova di fare giocare insieme Curiale e Ripa e che faccia giocare come secondo attaccante Ze Turbo, oppure Mazzarani che sarebbe la sua posizione ideale.
    Speriamo !!!!

  21. Ip Address: 151.82.95.194

    Buonpomeriggio e buona domenica a tutti ❤️💙tra poco si inizia. Partita di rende speriamo che il Catania faccia il Catania a dopo….

  22. Ip Address: 178.39.222.16

    Il CT sta facendo il CT!

    3 pere!!!!!

  23. Ip Address: 2001:b07:645a:c57c:ec64:2443:5e46:4d3a

    Va bene cosi’, Buona serata a tutti

  24. Ip Address: 151.82.95.194

    Il Catania ha vinto apre curiale e poi ripa fa Bis e tris

  25. Ip Address: 151.82.95.194

    Ciao jamajama

  26. Ip Address: 91.252.158.103

    Cosa vi dicevo ? Che il Catania si prendeva i 3 punti?

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu