Mihajlovic : a Milano per il salto di qualita’

 Scritto da il 10 aprile 2010 alle 20:21
Apr 102010
 

Conferenza stampa pre-gara di Sinisa Mihajlovic : “Fa piacere che il Catania venga etichettato come ‘ammazza-grandi’ – ha detto il tecnico serbo -. Significa che abbiamo una mentalità importante, possiamo vincere con chiunque. A Milano sarà una partita difficile ma, come sempre, dovremo scendere in campo con lo stesso spirito vincente. Se peseranno le assenze? Siamo penalizzati dai forfait di Llama e Martinez ma fanno parte del calcio. Ci adegueremo. Se vogliamo vincere per fare un dispetto al Milan? Il Catania pensa unicamente a se stesso. Eventualmente il Milan non perderebbe lo scudetto a causa di questa partita. A me interessa giocare il match a viso aperto, come se giocassimo in casa. Anche in trasferta dobbiamo dimostrare di avere la stessa cattiveria. Per noi è una partita molto importante per fare il salto di qualità. Il Catania ha tante motivazioni. Vincendo saremmo ancora più vicini alla salvezza. Quanti punti mancano per il raggiungimento del traguardo? Non lo so, dipende dall’Atalanta. Noi dovremo dare il massimo fino alla fine del campionato. A San Siro per il pareggio? Non ci dobbiamo accontentare, voglio che si scenda in campo per i tre punti. Ed è importante tramutare le parole in fatti. Perciò mi aspetto una grande partita dalla mia squadra. Non ha mai vinto il Catania a San Siro? I ragazzi hanno sfatato tanti tabù quest’anno, ma non pensano al fatto che non sono mai usciti vincenti da Milano contro i rossoneri. Eventualmente se ne parlerà a fine partita se impresa sarà. Di sicuro questo Catania è in grado di giocarsela con tutti, può vincere anche contro il Milan. Come giudico il campionato dei rossoneri? Penso che hanno disputato un’ottima stagione, condizionata da tanti infortuni. Sono ancora lì, in lotta per il titolo. Merito anche del lavoro di Leonardo. E’ logico aspettarsi un Milan determinato a fare di tutto per vincere, ma il Catania dovrà farsi trovare pronto. Se la mia squadra merita una classifica diversa? Per quello che ho visto da quando sono in panchina, ho sempre sostenuto che il Catania potrebbe benissimo piazzarsi tra le prime 7 del campionato. Chi toglierei al Milan? Un giocatore, Inzaghi. Ma non gioca, perciò sono tranquillo”.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu