Pellegrino sarà il nostro tecnico anche in B

 Scritto da il 18 maggio 2014 alle 19:47
Mag 182014
 

catania-per-sempre
Una squadra strutturata cosi non poteva scendere in serie B, giocatori che nelle ultime partite stanno  regalando gol e spettacolo oltre ad un risultato positivo, la cura Pellegrino ha cambiato mentalità dove non sono riusciti Maran e De Canio.

Il Catania chiude a 32 punti, uno solo in meno del Chievo. Peccato, i rimpianti sono tanti, sapendo che bastava vincere una sola partita in casa per rimanere nel calcio che conta, quello che ci compete. Ma ora bisognerà ricostruire per una pronta risalita in serie A.

Forza Catania sei sempre nei nostri cuori, anche in serie B

Cosentino:  Voglio fare i complimenti al mister per quello che ha fatto in queste sei partite. Voglio annunciare ufficialmente la riconferma di Pellegirno alla guida tecnica del Catania. Rimpianto? E’ una domanda difficile. Andare indietro è difficile. Crediamo tanto in lui. Chi resterà? Faremo una grande squadra, non sappiamo però quanti giocatori rimarranno dell’attuale rosa. Tifosi? Il pubblico si avvicina quando la squadra va bene. Succede qui, in Giappone, in Argentina, ovunque. L’anno scorso  abbiamo fatto il record di punti, invece quest’anno è andata cosi. Errori? Ce ne sono stati tanti. Cercare degli alibi è un atto di poca intelligenza. Abbiamo fatto tanti sbagli, adesso ripartiamo. Direttore sportivo? Con me lavoreranno Pippo Bonanno e Diego Caniggia. Non ci sarà nessuna figura nuova. Il programma della stagione lo renderemo pubblico più avanti. Continuerò perchè ho piena sintonia con Pulvirenti, avrò più poteri e soprattutto non posso lasciare in questa situazione. Giovani? Ho conosciuto Pellegrino quando lui si occupava del settore giovanile ed ho visto ottima metodologia di lavoro. Il Catania deve puntare sul settore giovanile. Il campionato lo abbiamo perso subito, sin dalla prima giornata. Non rinforzare l`attacco a gennaio non e stato un errore. Belfodil? Non ha fatto niente a Livorno, Floccari al Sassuolo ha fatto poco. Noi avevamo una punta che è Bergessio che doveva recuperare da un infortunio. Purtroppo alla fine del mercato si è fatto male Castro ai legamenti e non abbiamo potuto rimediare. Mercato? Non parlo adesso, faremo una conferenza stampa più avanti.

Pellegrino:  Riparto dallo spirito di queste ultime partite. Sono orgogliosissimo di questa scelta che non sapevo fino a cinque minuti fa. C’è spazio per fare bene. Sono stato chiamato perchè la società ha creduto nell’uomo e questo mi ha dato una forza incredibile. I giocatori hanno apprezzato la mia metodologia di lavoro e sono contento di questo.

  57 Commenti per “Pellegrino sarà il nostro tecnico anche in B”

  1. Ip Address: 79.36.41.114

    sono contento che la societa abbia scelto pellegrino in bocca al lupo mister e buon lavoro

  2. Ip Address: 79.43.7.156

    Pellegrino sinora ha fatto bene, ha carisma e ci Sa Fare nello spogliatoio. Oggi ho visto un capuano rinato. Merito suo o del contratto? Peccato che col Verona il mister abbia (lui o i giocatori?) sbagliato l’approccio. Senza la papera di Andujcar col milan e Con una vittoria a Verona, sarebbero state 5 vittorie di fila e la serie a mantenuta. Adesso occorre ricominciare, ma con umiltà, perché in serie b nessuno ti regala niente. Certo che una b con Cesena, Bologna, Livorno, Brescia, Avellino, e le nuove realtà Trapani, Perugia, modena, carpì latina,Spezia, lanciano Pescara, non sarà una passeggiata. Occorre costruire una squadra cercando di partire da questa rosa collaudata, che solo la sfortuna e il pressapochismo unito alla assenza di una buona punta da affiancare a Bergessio ha condannato alla serie cadetta. Errare umano est, perseverare negli errori e’ diabolico. Pensierino: finalmente Cosentino ha concesso un’intervista.

  3. Ip Address: 95.247.10.15

    Buonasera raga’!!!
    Ciao angelo!!! 😉
    Raga’ non metto lingua sugli allenatori, ma tre vittorie consecutive anche se nel finale di campionato mi sembra bravo.
    Resta il rammarico dentro all’animo rosso e azzurro.
    Auguri a lui e a noi se ci aiuta a risalire.

    Notte a tutti!!!

  4. Ip Address: 95.247.10.15

    Ciao Catanese a Napoli!!! 😉

    Anche io scrivo finalmente Cosentino “parla”.

    Caro Chiarezza, non dimenticarti che avevi promesso di scrivere oggi 18 Maggio!!! 😯

    Notte a tutti raga’!!!

  5. Ip Address: 79.26.107.37

    dobbiamo cominciare il prossimo campionato con la stessa intensità avuta in questo triste fine di stagione e penso che pellegrino sia l’uomo giusto per farlo…

    FOZZA CATANIA!!!! 😀

  6. Ip Address: 151.29.9.139

    si ma scusate un allenatore che fa quattro vittorie a fine campionato contro squadre in vacanza ora diventa un fenomeno?

  7. Ip Address: 37.227.179.226

    Non lo so !! Comunque in bocca al lupo mister

  8. Ip Address: 37.227.179.226

    Inter in vantaggio chissà per quel biscotto di Cagliari ,ci, rimane solo un po’ di rammarico

  9. Ip Address: 178.8.37.29

    Morra & Barlassina in parte ha ragione, ma secondo me Maran non sarebbe riuscito a farle queste tre vittorie. Credo che Pellegrino abbia in più dalla sua la capacità di capire i giocatori e il loro potenziale meglio di chiunque altro e, non vorrei sbagliare, ma ho l’impressione che sappia anche azziccaricci i scappi ndo culu quando ci vuole.
    Detto questo, ringrazio il mister per aver dato un barlume di dignità a questo campionato pietoso e gli faccio i migliori auguri che dopo SImeone, Mihialovic e Montella anche lui si riveli uno dei grandissimi allenatori che il Catania ha avuto la fortuna di lanciare alla ribalta nazionale.

  10. Ip Address: 151.54.96.168

    Ma allora parla!
    Bene, sappiamo che esiste. E che ha parola.
    Pellegrino ottima scelta, ha dimostrato scelte coraggiose e ha fatto giocare la squadra.

  11. Ip Address: 37.227.179.226

    Buonanotte a tutti

  12. Ip Address: 151.29.9.139

    Mi sono sentito tutti i 20 minuti di conferenza stampa di Cosentino.
    Elenco le impressioni che mi sono fatto:
    1) i giornalisti catanesi hanno fatto domande insulse e scipite: evidentemente sono stati “educati” dai tempi di Lo Monaco a non urtare la società.
    2) Pellegrino è uomo di Cosentino ed è stato scelto da lui.
    3) la società ha reagito con grande compostezza alla retrocessione: la prima conferenza stampa arriva 7’giorni dopo, i toni sono pacati. Da un lato il fatto che le reazioni non sono isteriche mi sembra positivo, segno di una società sana, incappata in un anno no ma che non è allo sbando. Dall’altra però mi pare anche troppa tutta questa calma….. mah!
    4) Cosentino ha finalmente spiegato il mercato di gennaio: non sapevamo chi comprare perché non capivamo cosa non funzionasse, e allora abbiamo preferito non spendere soldi a vanvera.
    5) l’assetto societario resta lo stesso ma Cosentino avrà più voce in capitolo. Ma quest’anno chi gli avrebbe impedito di averla se la sintonia con Pulvirenti è così perfetta? Mistero….

  13. Ip Address: 95.246.38.9

    Buonasera a tutti.

    Complimenti a Simeone per la conquista dello scudetto spagnolo.

    Sì, qualcuno ha detto che anche lui è tra i grandi che hanno lasciato il Catania. Però bisogna essere anche grandi uomini, non come Montella che non dimostrando gratitudine verso una società come il Catania che è stata un trampolino di lancio per la sua direi folgorante carriera di allenatore, ha confezionato un bel biscottone con il Sassuolo. Avevo una certa stima in lui….avevo!

    Per quel che riguarda Pellegrino, speriamo che non sia un fuoco di paglia. Giustamente Morra & B. ha messo il dito sulla piaga: Si, ha vinto, ma effettivamente le squadre, anche se non tutte, erano già in vacanza. Però non si può negare che abbia del carisma e sembra che conosca alla perfezione chi secondo lui è in grado di dare il giusto apporto alla squadra. Unico neo la partita di Verona!

    Auguri anche a lui… speriamo che vada tutto bene….buon lavoro Mister!

    Per quel che mi riguarda, continuerò a sostenere la squadra…….sempre …..e comunque!!

    Buonanotte a tutti Voi!

  14. Ip Address: 93.46.106.46

    È arrivato il momento dei saluti…….x qst anno………voglio ringraziare tutti x aver fatto godere la nostA cittA’ in qst stagione calcistica………veramente siete stati BBBBBBBBBravissimi fino all’ultima giornata. …….3 vittorie consecutive x retrocede complimenti!!! Anche contro l’atalanta un grande BBBBBBBBBBBBergessio ci ha fatto divertire………..che dire…….in BBBBBBBBBBBBBBBoooooooooooCCCCCCCCCCaaaaaaa al lupo x il derby con i viddani il prossimo anno…………ma almeno sapete dove gioca l’entella????

  15. Ip Address: 2.198.165.74

    Ma …. L’ immagine dell’indiano se non sbaglio é quella del film Abballa chi puppi ?? 🙂 ciao ragaaaaaaa che la vostra serie BBBBBBBBBBBBB sia stata la giusta fine dopo quello che avete fatto l’anno scorso lo dimostra che non c’ é potuto nienteeeeeee neanche le ultime vittoriuzze 🙂 abballa chi puppi è un bellissimo film …ma il vostro movie di quest anno é ancora più bello …..
    Siete veramenteeeeeee in BBBBBBBBBBBBBBBBBBBB adesso e sparirete nel’anonimato più buio
    Cari a voi tutti tanta tanta munnizza tornate dove meritate e speriamo che puvvirentiiiiiiiii vi mandi ancora più giuuuuuuuuuuuuuu

  16. Ip Address: 151.54.96.168

    Aver finalmente spiegato il,mercato di gennaio, aver quasi fatto un mea culpa pubblico, aver dichiarato le proprie indecisioni verso quel maledetto mercato di gennaio, essersi finalmente presentato come un artefice del destino recente del catania, fa vedere Cosentino come un dirigente che ha pagato lo scotto del noviziato, e che è pronto a porre rimedio e far tesoro della passata, disastrosa esperienza.

    Aver confermato Pellegrino che conosce l’ambiente , che ha operato scelte impopolari come quella di escludere Lodi, confermare Leto e aver fatto si che che la retrocessione fosse onorevole e non umiliante, ha dato respiro a una squadra agonizzante, è il primo passo verso una costruzione di una squadra per il prossimo anno.

    Adesso si, adesso dobbiamo aver fiducia in lui, ma deve sapere che non saranno più ammessi fallimenti, non possono più fallire, un anno è bastato, adesso si cominci a fare sul serio, ricordando a Cosentino che salire in B è difficile molto più che evitare di scendere dalla A.
    Buon lavoro Cosentino, ma stai in guardia, hai una tifoseria delusa e umiliata che non ti perdonerà più nulla.

    Gufo ciao, l’occasione è ghiotta, hai ragione, ti stai divertendo e godi, godete , voi palermitani come poche volte accade nella vita sportiva; una bella vendetta maturata dopo solo un anno.
    Ma occhio, la lezione noi catanesi l’abbiamo capita, la stiamo imparando, in un certo senso la meritiamo pure, avremmo fatto la stessa cosa probabilmente, ma attenzione ai corsi e ricorsi storici…..a buon intenditor.
    Spero comunque che teniate alto il nome della Sicilia nella prossima A.

  17. Ip Address: 82.145.216.149

    Buongiorno a tutti pari!!!!
    Finalmente e finita sta sofferenza, adesso bisogna che noi tifosi resettiamo tutto ed impostiamo la prossima stagione senza presunzione e con ottica di soffrire parecchio perché la serie B e molto ma molto difficile!!!!!!!
    Mi chiedo come mai IL PRESIDENTE non abbia parlato, mi suona strano che si sia fatto subito avanti Cosentino nella sua prima conferenza della stagione proprio alla chiusura del campionato, cosa che doveva fare pulvirenti, forse a perso anche il potere di parola????
    Aspetto le Spiegazioni da parte di Pulvirenti, che faccia chiarezza sul potenziamento di cosentino e quale è in realtà la su figura perché tante cose non suonano accordate, si sentono note stonate!!!!

  18. Ip Address: 91.253.93.224

    Buongiorno cari fratelli rossazzurri

  19. Ip Address: 90.38.10.48

    L'”allora parla” di perplesso dice tutto……speriamo che Cosentino faccia sentire la sua presenza alla squadra……..

  20. Ip Address: 37.227.30.28

    Rosanero..non ci scherzare troppo su questa cosa…lo strischione che avete messo in quel cesso di stadio non vi ha portato fortuna….sempre paesani restati …

  21. Ip Address: 37.227.30.28

    Per gufo…mai nome non fu azzeccato…per rap presentere la tua squadra..guforosanero..

  22. Ip Address: 79.19.42.99

    buon giorno a tutti fratelli dal cuore rossazzurro deteriorato, maglie restituite
    Vittoria inutile ai fini della classifica. A retrocessione già incassata e dibattuta, il 2-1 che il Catania impone all’Atalanta fa parlare di sé più per quanto accaduto a fine partita che non durante. Alcuni tifosi della curva Nord – dei pochissimi allo stadio – rifiutano le maglie lanciate dai giocatori, rigettandole in campo. Due immagini che raccontano il deterioramento del rapporto tifoseria-squadra.

  23. Ip Address: 79.19.42.99

    “ Intanto al Massimino i tifosi della Curva Nord consteranno duramente per i giocatori del Catania, dove hanno scandito slogan contro la squadra e rifiutato le maglie che i giocatori avevano lanciato loro, a conclusione della partita. Gli ultra’ hanno rilanciato le maglie in campo, e i calciatori si sono subito recati negli spogliatoi. Intanto Maurizio Pellegrino continuerà’ ad essere l’allenatore del Catania anche nella prossima stagione. Ad annunciarlo ufficialmente, nella sala stampa del Massimino subito dopo la conclusione della partita, e’ stato l’amministratore delegato della societa’ rossazzurra, Pablo Cosentino.

  24. Ip Address: 91.253.7.117

    Da questo momento inizieremo a capire cosa vuole fare la società

  25. Ip Address: 79.53.87.253

    Buongiorno anche se in ritardo raga’!!!
    Ciao angelo, Perplesso, matteocifalotu, Mexxican, vale e alex!!! 😉

    Raga’ metabolizziamo questo infausto campionato che per un pelo l’abbiamo perso e per colpa nostra.

    E’ solo nostra la colpa e ancora non ho capito quali siano.

    Opinione da profano dico la mia, saranno state le “motivazioni”? La tenuta atletica non fatta bene? E infine che da quando mi ricordo delle opinioni altrui tipo Gasperin, disse che un giocatore straniero aveva bisogno minimo di 6 mesi per ambientarsi per il clima, l’alimentazione e gli allenamenti.
    Buona giornata a tutti!!!

    P.S.
    Ciao Chiarezza ancora non ti leggo!!! 😯 😐 😯 😥

  26. Ip Address: 79.19.42.99

    ciao chiarezza sei troppo amaregiato per scrivere se e per quello lo siamo tutti

  27. Ip Address: 79.53.87.253

    Salve raga’

    Copia e incolla di un parziale articolo dal Mattino di Napoli del 19 Maggio 2014.

    L’iniziativa «Napoli ama, ama il Napoli», lanciata dal club azzurro all’indomani della squalifica del San Paolo, ha trasformato così l’ultima gara di campionato, platonica per il Napoli già aritmeticamente terzo, in una festa per i giovani tifosi azzurri che già ieri avevano assistito all’allenamento a porte aperte della squadra di Benitez, ancora al San Paolo. Tra i tanti striscioni spiccano quelli di sostegno a Ciro Esposito, il tifoso ferito a Roma: «Ciro, Scampia ti aspetta», scrivono i ragazzi della scuola media Sandro Pertini, mentre altri sono contro la violenza: «La violenza è il metodo di chi non ha cervello», scrive una scuola, un altro mostra il volto buono, «Fischio d’inizio, viva l’amicizia», gli fa eco un altra scritta. Striscioni anche per le due squadre siciliane: «Palermo bentornato in A», dice uno e «Catania ritorna presto», recita un altro. I ragazzi sono entrati ordinatamente allo stadio dalle 18.45, in una Fuorigrotta deserta.

  28. Ip Address: 79.19.42.99

    Esprimere pubblicamente pensieri e progetti condivisibili, pieni di buonsenso, non basta per ottenere fiducia e stima, a Catania – almeno da adesso – non più. Suscita anzi l’effetto contrario costatare che parole e promesse non siano accompagnate né dal coraggio né dalla forza né dall’ostinata volontà di realizzare quanto detto, ridetto e ‘stradetto’.

    “Il Catania appartiene ai tifosi”, “Il Catania non esiste senza i suoi tifosi”, e dulcis in fundo: “Tifosi, stateci vicino”. Parole condivisibili, piene di buonsenso, alle quali però segue un’intera stagione in cui i giocatori girano a largo dagli spalti, raramente accennano un saluto, alcuni addirittura provocano, altri polemizzano, altri per giunta se la ridono.

    La Lega Serie A – vedi l’esempio – ormai da tempo ha imposto ai giocatori scenette moralmente doverose sebbene recitate con ipocrisia dai più: Tutti in fila per l’ingresso in campo, per il saluto al pubblico, per la stretta di mano tra avversari, per lo scambio di gagliardetti tra capitani ed infine anche per il terzo tempo a fine gara (che sa di sberleffo al rugby).

    Tutto questo ambaradan sì ed un giro di campo, no? Passa che a certi giocatori – che per loro natura ‘passano’ –non passi neanche per la testa di ricordare uno dei virgolettati di cui sopra. A questa, come ad altre dimenticanze, dovrebbe supplire la sensibilità, la forza, il coraggio e la volontà del club di imporre un’estetica comportamentale coerente con quanto ‘stradetto’.

    La credibilità di un club è sensazione che – all’esterno – passa anche da questo. Che si vinca o che si perda, il giro di campo a fine gara è pratica che andrebbe istituzionalizzata per tutti i propri tesserati: vadano ad applaudire, ad ascoltare il proprio pubblico, vadano a lanciare le maglie per dimostrare, con orgoglio, che sono piene di sudore. Lo facciano sempre.

    Servono fatti, non parole né letterine. Ed allora saranno meno frequenti – e meno sorprendenti – improvvisate a Torre del Grifo, lunghe attese alla fermata del pullman in aeroporto, cortei per le vie cittadine, appellativi poco simpatici, spalti senza abbonati, infine la restituzione delle maglie regalate ed annessa cacciata dai piedi del settore – quando? – a retrocessione avvenuta.

    Educare al rispetto della maglia, suscitare attaccamento verso i colori del club è anche questo, ed è proprio ciò di cui Maurizio Pellegrino ha fatto manifesto. E’ arrivato troppo tardi, anche per questo. Bisognava pensarci prima. Adesso, non far autocritica, non trarre insegnamento e correggere gli errori commessi sarebbe – citando l’addì Cosentino – atto di scarsa intelligenza.

    Imperdonabile, aggiungo.

  29. Ip Address: 151.54.96.168

    Ne abbiamo scritto tante, io personalmente ho attaccato a più riprese la società soprattutto la persona del Cosentino, lo scrissi sin dall’ estate che non c’era motivo di stravolgere la squadra solo per il gusto di farlo; i fatto hanno dato ragione a chi nutriva forti dubbi riguardo le partenze di Gomez, Lodi, Biagianti, Paglialunga, Llama e altri per far posto a ignoti e giocatori poco adattati al campionato.
    Fino a ieri l’Atalanta ha dichiarato che per il prossimo anno ci vorranno un paio di innesti non uno stravolgimento come abbiamo fatto noi dopo i 56 punti dello scorso anno; insomma non cercano stravolgimenti, ne li faranno, forse si priveranno del gioiello Bonaventura ma non certo a sei milioni!

    Ora basta, non c’è più nulla da scrivere o da criticare che non sia stato abbondantemente detto e scritto.
    Cosentino e Pulvirenti hanno l’occasione immediata di riscattarsi per far vedere cosa sanno fare , avranno imparato la lezione, ora si spera che ci faranno divertire in B.

    A proposito, ma Entella dove è ?????

  30. Ip Address: 62.2.176.13

    Barrientos, Spolli e compagnia hanno salutato????

    CIRO CAPUANO ci ha messo la faccia!!!!

  31. Ip Address: 79.13.104.93

    buon giorno a tutti

  32. Ip Address: 91.253.26.117

    Elefante rossazzurro – Ta’susutu ora , comunque scherzo!

  33. Ip Address: 79.53.87.253

    Ciao Perplesso!!! 😉
    L’Entella di Ricchiuti e’ in Serie B.

  34. Ip Address: 82.145.209.119

    Virtus Entella e la squadra della città di Chiavari in Liguria……

  35. Ip Address: 82.145.209.119

    BERGESSIO: parole d’addio via Twitter?
    18-05-2014
    ORE 20.56
    “Grazie di tutto a tutta Catania”. Poche
    parole pubblicate su Twitter dall’attaccante
    rossoazzurro Gonzalo Bergessio che ha
    consentito al Catania di portare a casa i tre
    punti contro l’Atalanta. Parole che lasciano
    presagire un addio dell’argentino che ha
    scritto importanti pagine di storia ai piedi
    dell’Etna in questi anni ed è richiesto da
    numerose società in sede di calciomercato.
    (TuttoCalcioCatania )

  36. Ip Address: 151.54.96.168

    Grazie, Chiavari mi ricorda le squadre di pallanuoto in serie A, tradizione storica della Liguria, Chiavari, Rapallo, Camogli etc.
    Non sapevo Chiavari avesse una squadra di calcio in B con questo nome, sapevo che giocava Ricchiuti ma pensavo fosse verso la Romagna.
    Immaginate…..dallo Juventus Stadium al campetto di Chiavari.
    Mah….ancora stento a credere che siamo in B.

    Bergessio in B sarebbe un lusso, certo tenuto conto che ha 30 anni, potrebbe restare e contribuire di certo a risalire, sarebbe una buona partenza, ma dalle parole credo che molti sappiano già il loro destino , specie quelli che andranno via.

  37. Ip Address: 91.252.119.255

    Buon pomeriggio a tutti i veri sportivi e tifosi del Catania.
    Vi auguro una pronta risAlita, perché la Sicilia di squadre in A almeno 2 ne deve avere!
    Il segreto di una squadra compatta si vede anche nei giocatori che non giocano e tengono in armonia il gruppo vedi il ns troianello. Avere la qualità in alcuni giocatori e per finire, non per importanza i ricambi . Il palermo in b ne aveva in tutti i ruoli. È l esempio lo do con l infortunio di sorrentino e con un jukani che non l ha fatto rimpiangere. Poi munoz sostituito alla grande da vitiello ecc ecc.
    Ecco secondo la mia modesta visione il concetto di squadra.
    Le squadre non vanno smantellate ma ritoccate ogni anno ,e poi diciamo pure che quando all interno di una squadra ci sono colonie di stranieri per i primi anni tutto va bene , poi si sfascianu i carruozzi
    Un saluto particolare a Giorgio 47 a perplesso a mexxican e matteocifalotu
    Forza PALERMO E VAI CATANIA

  38. Ip Address: 79.13.104.93

    ahahah mexxican,non sapevo che scrivere 😆

  39. Ip Address: 79.13.104.93

    CATANIA, la conferma dell’aziendalista Pellegrino non convince. Ecco perchè
    19.05.2014 09:31 di Redazione ITA Sport Press Twitter: @ItaSportPress

    Sembra sempre più forte la tendenza dei presidenti di affidarsi ad allenatori con poca esperienza ma con grandi motivazioni. E, forse, con una vena aziendalista forzata anche dal loro scarso pedigree. Difficile dire se sia una moda o una necessità. Il Catania segue questa scia per tornare in Serie A affidando la guida tecnica ad un allenatore con molto carisma personale ma privo di esperienza come Maurizio Pellegrino, un mister che interpreta alla perfezione, la figura di ‘aziendalista’. Per la dirigenza etnea è un ‘valore aggiunto’. Con la sua metodologia potrà essere un gestore e ottimizzatore del patrimonio umano (e non solo) messo a disposizione dal club di Via Magenta. Pellegrino in effetti è un allenatore che ha sposato una filosofia societaria votata al risparmio e alla valorizzazione dei giovani, un allenatore che ha saputo trasferire nei calciatori tanto orgoglio e attaccamento alla maglia nel finale di campionato.

    Pellegrino è quel tipo di allenatore aziendalista, disposto a lavorare dalla base, con calciatori giovani ma anche pronto a rivalutare calciatori validi che hanno avuto poche possibilità di esprimere il loro potenziale. L’ad del Catania, Pablo Cosentino, ieri ha tessuto le lodi del tecnico ma la scelta di Pellegrino per una squadra che l’anno prossimo in B dovrà vincere dovunque e tornare subito in A, non convince.

    L’aziendalista Pellegrino, oltre a peccare di inesperienza, potrebbe essere quel tipo di allenatore che si mette troppo in sintonia con le esigenze societarie e che potrebbe anche accettare “consigli” di formazione dall’ad Pablo Cosentino che è portato più a fare gli interessi dei calciatori essendo un ex agente. Difficile ipotizzare che possa ricevere dall’argentino il biglietto con la formazione un’ora prima dell’inizio, ma quando si è aziendalisti può anche succedere di essere pronti ad accettare i dèttami presidenziali, senza brillare di luce propria. Si spera che Pellegrino possa avere la libertà di scegliere anche se, come sottolineato sopra, l’esperienza non è dalla sua parte e in Serie B le scommesse, per una squadra come il Catania che ha l’obbligo di risalire al primo colpo, non sono più permesse.

    Al Catania sarebbe sicuramente servito un tecnico esperto che conosce bene la categoria, ma questa ormai è un’altra storia.

  40. Ip Address: 79.13.104.93

    L’OCCHIO DEL GABBIANO – G. SPINESI: “Catania, tempo di bilanci. Queste le pagelle a giocatori e società”
    19.05.2014 13:43 di Redazione ITA Sport Press Twitter: @ItaSportPress

    Ultimo punto di vista della stagione calcistica dell’ex attaccante del Catania, Gionatha Spinesi che cura la rubrica “L’Occhio del Gabbiano” per Itasportpress.it.

    Va in archivio una stagione disastrosa che purtroppo per il Catania è terminata con l’amara retrocessione in Serie B. In questo mio ultimo appuntamento penso sia giusto non analizzare la partita con l’Atalanta priva di significati tecnici ma dare un voto a giocatori e società.

    Andujar 4,5 Ha fatto tantissimi errori che sono costati molti punti al Catania. Mai si è rivelato una sicurezza.

    Frison 6,5 E’ lui il portiere del futuro.

    Alvarez 6 Quando ha giocato non ha demeritato, anzi. Lo conosco bene Pablo avendo giocato con lui e posso dire che le sue amnesie sono figlie delle difficoltà del reparto.

    Bellusci 5,5 Solita grinta ma in molte partite ha esagerato commettendo anche gravi ingenuità.

    Biraghi 6 Prima stagione in A per l’ex Cittadella. Ha fatto bene e non si poteva chiedere di più

    Gyomber 6,5 Ha qualità questo ragazzo slovacco. Ha fatto qualche errore che ci può stare essendo giovane ma in futuro ne sentiremo parlare

    Legrottaglie senza voto

    Capuano senza voto anche se per le dichiarazioni di ieri dopo il match meriterebe un 10

    Monzon 5 Incassati gol a grappoli solo per colpe sue. Ha spinto poco e male. Per quanto è costato ci si aspettava molto molto molto di più

    Peruzzi 6 Giovane interessante che può migliorare. In diverse occasioni quest’anno è stato ingenuo lasciando la squadra in serie difficoltà come a Bologna

    Rolin 5 Doveva essere l’anno della sua consacrazione ma invece è andato a corrente alternata. Per me ha deluso.

    Spolli 5 Altra grande delusione. Non è riuscito a uscire dal tunnel

    Almiron senza voto. Frenato da enormi problemi fisici. Fui criticato quando dissi che non meritava il rinnovo del contratto vista la sua condizione fisica. Ho avuto ragione ma avrei preferito sbagliare perchè Sergio va apprezzato come uomo.

    Barrientos 5 Giocatore con estro ma più sregolatezza. Non è mai riuscito a prendere per mano la squadra. Non è un leader.

    Castro 5,5 Doveva essere l’alternativa a Gomez ma è stato solo la copia sbiadita. Per la B lo terrei

    Izco 6 L’ infortunio ha condizionato la sua stagione. Professionista serio ma da capitano doveva dare di più

    Lodi 5 Tornato a Catania a furor di popolo, non ha saputo esprimere le sue qualità. Ciccio ha spento la luce da tempo.

    Plasil 5 Cosentino l’aveva giudicato il top player del Catania ad agosto, ma è stato il flop player della stagione. Da un nazionale ci si aspettava di più.

    Bergessio 6,5 Vale il discorso di Izco. L’infortunio lo ha penalizzato ma Gonzalo ha messo voglia e grinta quando ha giocato. Uno da tenere.

    Leto 4,5 Atteggiamento comportamentale sbagliato con continue battaglie personali con gli avversari. Tanta qualità rimasta dentro lo spogliatoio.

    Keko 6 In certe occasioni si è caricato di troppe responsabilità. Grande disponibilità tattica e per la B non sarebbe male.

    Società 4 E’ mancata la comunicazione. Ha parlato solo Pulvirenti cercando di spegnere le critiche dei tifosi che giustamente chiedevano chiarimenti che non sono mai arrivati. Il presidente ha dato sempre alibi ai giocatori. Questo atteggiamento, da ex calciatore, posso dire che è stato l’errore più grande di questa pessima stagione. Gestione spogliatoio, cambi allenatori, e mercato in estate e a gennaio sbagliati. Stagione storta capita ma perdere così la Serie A è un vero delitto.

    Un abbraccio

    Gionatha

  41. Ip Address: 212.14.141.175

    Buongiorno a tutti.
    Si volta pagina. Ora occorre decidere da subito chi deve restare e chi farà la valigie.
    Via già Andujar (Napoli)- Alvarez- Legrottaglie- Boateng- Biraghi. Per Keko tenterei di tenerlo. Occorre liberarsi dello stipendio di M. Lopez.
    Per quanto riguarda il campinato di serie B ci sono squadre con problemi finanziari:
    Bari e Livorno altre come l’Entella di Chiavari non dispongono di un campo adatto per la serie B

  42. Ip Address: 151.54.90.73

    9 Successi per il Catania , 1 Successo per la Atalanta , 4 pareggi questo il seguente bilancio in Serie A dei 14 match fra Catania e Atalanta disputati in Serie A allo stadio Massimino di Catania. e adesso ripartiamo dalla Serie B.

  43. Ip Address: 151.54.96.168

    Meglio un’aziendalista grintoso e motivatore come Pellegrino, conoscitore dell’ambiente e con il desiderio di emergere, che gente scialba come Giampaolo o DeCanio vere e proprie disgrazie per se e per le squadre che allenano, tanta è stato disarmante il loro atteggiamento talvolta quasi indisponente, tutta roba che con Pellegrino onestamente non abbiamo visto se non a Verona; ma Pellegrino si è addossato rottami di squadra , anzi ex squadra.
    Ha reso onore alla nostra retrocessione, tanto di cappello.
    Doveroso dare fiducia a Pellegrino

    Ricambio i saluti di tutti, rosanero e tutti gli altri amici con cui abbiamo condiviso un anno di passione, e condivideremo anche le future gioie, ne sono certo.
    Spero che la luce indichi a chi ha l’onere di costruire la squadra di fare bene nonostante si debba confrontare per la seconda volta con un ambiente a lui sconosciuto, la serie B;
    Come è stato detto, in B per la durezza del torneo, bisogna avere la panchina lunga di elementi validi altrimenti si soffrirà..
    Riusciranno i nostri dirigenti a capire ciò e a far si che questa esigenza diventi reale?
    Vedremo

  44. Ip Address: 79.53.87.253

    Buonasera raga!
    Ciao Rosanero a vita, jamajama, elefante rossoazzurro, alberto, milk!

    Caro Rosanero a vita, ti ringrazio molto per i saluti.

    Il Palermo almeno quando lo seguito all’inizio del Campionato in B aveva idee chiare sui giocatori.
    Poi non lo seguito piu’ perche’ quando il Catania iniziava a perdere colpi mi estraniavo dal calcio giocato.

    Adesso per noi viene il difficile, perche’ non sappiamo ancora chi resta dei “vecchi giocatori” e chi andra’ via.
    La dirigenza rimane la stesso mentre il Mister da quello che sappiamo ufficialmente sara’ mister Pellegrino.
    Spero tanto nella risalita del Catania perche’ e’ il massimo per una societa’ calcistica.

    Forza Catania e forza Palermo!

    P.S.
    Hai letto l’articolo apparso sul Mattino di Napoli, stamattina, dei saluti fatti dai tifosi napoletani al Palermo e al Catania?

    Notte a tutti!

  45. Ip Address: 79.53.87.253

    UFFICIALE, Catania: Leto prolunga il contratto: “Ripago fiducia club”

    E’ UNO SICURO!!!

    Raga’, contentissimo che Leto rimanga a Catania, mi e’ sempre piaciuto,

    Bye-bye!

  46. Ip Address: 79.13.104.93

    leto secondo me farà faville in serie b!!!!forza leto riscattati!!! 🙂

  47. Ip Address: 94.160.149.92

    Un grazie al tifoso rosanero , capace di commentare in maniera civile senza insultare nessuno e facendo delle osservazioni ben precisi . Per il resto gli sfottò ci stanno da una parte all’altra .W la Sicilia

  48. Ip Address: 151.29.9.139

    Riscattato e confermato Leto.

  49. Ip Address: 94.160.233.97

    Ottima notizia , speriamo che ci dia un vero e propio contributo. , vai Leto

  50. Ip Address: 87.2.104.239

    Buonasera a tutti scusate se mi sono infilato in questo sito ma finalmente e’ un modo per condividere la passione per il Vostro per il Nostro amato Catania, intanto significa che ci sono sostenitori in giro per l’Italia.. NON C’E’ SERIE CHE TENGA!!!

  51. Ip Address: 79.13.104.93

    sandrone non c’è bisogno che ti scusi,questo è un sito libero e aperto a tutti,a patto di non insultare e offendere,ovviamente 😉

    buona cena e FOZZA CATANIA!!!

  52. Ip Address: 151.74.150.164

    Per Affio rosanero….
    si siamo in b e lo meritiamo e forse il prox anno saremo in c e poi scenderemo ancora più giù’….invece il tuo Palermo il prossimo anno vincerà il campionato e poi la Champion e poi andrà a giocare il mondiale per club e ci saranno decenni e decenni di successi internazionali……sogna sogna schiavo del polentone ahahahahah

  53. Ip Address: 79.43.7.156

    Leto rimane? Se così è’ dovrebbe essere catechizzato da pellegrino. Tecnica e forza fisica li tiene, ma lo vedo pieno d rabbia repressa, come colui che vuole spaccare il mondo e la sua voglia di strafare lo fa affondare inesorabilmente. Molto individualista, deve imparare a giocare con e per la squadra. Avrei apprezzato enormemente la conferma di Bergessio, senza contare la necessità di prendere un’altra signora punta forte di testa che a noi manca (l’ultimo fu plasmati). Avete visto come si gioca in b? VELOCITÀ’ pura e, noi, in quello pecchiamo tanto. Buonanotte a tutti, in particolar modo a giorgio47, angelo, perplesso, elefante rossazzurro,e agli altri fratelli dal cuore rossazzurro. Keko lo vorrei tenere anch’io, ma se ha saltato le ultime partite, vuol dire che non vuole rinnovare e quindi acqua davanti e vento darreri.

  54. Ip Address: 151.54.96.168

    Si riscatterà e farà vedere quanto vale, il primo anno di rodaggio l’ha fatto, avrà capito come si gioca in Italia, è un bene che resti, fará la differenza.

  55. Ip Address: 91.253.141.234

    Ciao Giorgio 47 ho letto l articolo . Mi pare chiaro sulla grande fratellanza che accomuna il sud.
    Forza palermo e vai catania
    È dai Napoli

  56. Ip Address: 82.145.217.152

    Saluto rosanero e tutta a cumacca rossazzurra!!!
    Buona notte a tutti pari…..

  57. Ip Address: 91.253.158.237

    Buongiorno a tutti

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu