Piscitella al Catania

 Scritto da il 22 luglio 2016 alle 19:14
Lug 222016
 

piscitella

Il Calcio Catania comunica di aver acquisito a titolo temporaneo dall’Associazione Sportiva Roma il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Giammario Piscitella, nato a Nocera Inferiore (Salerno) il 24 marzo 1993. Nella stagione 2015/16, in Lega Pro, l’atleta campano ha indossato le maglie della Pistoiese e del Bassano. Complessivamente, in terza serie, l’attaccante ha sommato 48 presenze e firmato 8 reti. Ha esordito in Serie A allo stadio “Angelo Massimino” l’8 febbraio 2012, in occasione di Catania-Roma 1-1, ed ha debuttato con l’Italia Under 21 il 14 agosto 2013. Piscitella ha militato in A anche con il Genoa ed in Serie B con il Modena, il Pescara e il Cittadella.

  13 Commenti per “Piscitella al Catania”

  1. Ip Address: 62.18.98.106

    Benvenuto a Catania

  2. Ip Address: 151.68.147.21

    Bene così ! Diamo il benvenuto anche al nuovo arrivato! Certamente ,non si può dire che Pietro Lo Monaco ,da quando è tornato a Catania ,si sia fermato un momento! Lo sapevamo! La sua presenza,anche in una situazione così precaria, è sinonimo di tranquillità e sicurezza !

  3. Ip Address: 62.18.98.106

    società querela un quotidiano
    22.07.2016 22.06 di Veronica Celi
    Il Catania Calcio replica a muso duro al giornale Il Fatto Quotidiano per un articolo pubblicato sul sito lo scorso 19 luglio. Il club etneo ha deciso di sporgere querela ritenendo gravi e inesatte le informazioni. Questo il comunicato:

    Con riferimento all’articolo pubblicato in data 19 luglio 2016 sul sito http://www.ilfattoquotidiano.it, considerata la gravità delle espressioni, le inesattezze e l’infondatezza della ricostruzione, il Calcio Catania rende noto di aver dato mandato ai propri legali di sporgere querela.

    Il Calcio Catania stigmatizza con forza la ricerca del sensazionalismo e respinge il tentativo di linciaggio mediatico basato sulla confusione tra le responsabilità addebitate dalla giustizia sportiva e quelle, immaginarie, oggetto delle elucubrazioni di chi nel migliore dei casi è intollerabilmente impreciso.

    In particolare, il Catania può affermare, ad alta voce e senza effettiva possibilità di smentita, di non aver “comprato” alcuna partita, così come appare evidente ed inconfutabile ad una lettura degli atti processuali e delle sentenze che non individuano concretamente, a distanza di 13 mesi dal 23 giugno 2015, soggetti “venditori” di partite e nemmeno contatti con soggetti potenzialmente in condizione di “vendere” partite.

    DomusBet, main sponsor del nostro club, è titolare di concessione AAMS e quindi partner di assoluta garanzia, ampiamente legittimato non dalle parole cariche d’errore di persone poco informate ma dall’Autorità competente, come del resto altri operatori nel ramo già sponsor di altre società calcistiche.

    Pretendiamo rispetto per noi, per la nostra gente e per un’azienda che generosamente ha scelto di supportare la difficile opera di rilancio del nostro club, da ogni attore sulla scena sportiva, istituzionale e dell’informazione.

    Non accetteremo passivamente mistificazioni, attacchi strumentali, confusioni ed addebiti diversi da quelli che il diritto, in ogni sua articolazione, dovesse definitivamente individuare; tuteleremo quindi, in ogni sede, la nostra dignità.

    La dignità di chi ha già pagato abbondantemente e pesantemente per le sue responsabilità, sottoponendosi con rispetto ed osservanza ad ogni ordine e grado di giudizio, è la dignità del Calcio Catania.

  4. Ip Address: 62.18.98.106

    Buongiorno e buon sabato a tutti

  5. Ip Address: 62.18.98.106

    Questa è la nostra rosa con due giocatori per reparto
    Pisseri/matosevic/Martinez
    Nava/Parisi?
    Djordjevic
    Biagianti
    Bastrini/Mbodi.
    Bergamelli
    Scoppa
    Da Silva/Bombagi
    Calil /Paolucci/Anastasi
    Di Cecco/DiGrazia
    Piscitella/Russotto/Barisic/Rossetti

  6. Ip Address: 93.37.184.254

    Il Fatto quotidiano? Io direi misfatto quotidiano. Bene hanno fatto i nostri dirigenti a querelarli. Già il giornale è illeggibile quando si occupa di politica, figuratevi di calcio. Deve avere fine il fango sul Catania per un solo motivo: che non c’è fango. Buona domenica e abboniamoci. Io spero di farlo presto.

  7. Ip Address: 79.33.166.102

    Nei nostri confronti continua ad esserci un accanimento incredibile. Come nel passato nessuno ci aiuterà, anzi, ma ne usciremo ancora una volta a testa alta e con le nostre forze. Non molliamo – Abboniamoci – Un abbraccio a tutti

  8. Ip Address: 62.18.98.106

    Ex Catania: Musacci ufficiale al Messina
    Un altro ex rossazzurro della passata stagione trova squadra. Si tratta di Gianluca Musacci, centrocampista 29enne che si accasa al Messina.

    Per Musacci, che era svincolato dopo la stagione in rossazzurro, contratto biennale con i giallorossi allenati da Valerio Bertotto.

  9. Ip Address: 62.18.98.106

    Buongiorno e buona domenica a tutti

  10. Ip Address: 2001:0b07:02ee:12bd:4c56:cfcf:1b87:a3db

    Buona domenica a tutti.Comincia a prendere forma la squadra,sono contento dei nuovi innesti,sta anche per arrivare un centrocampista argentino e di solito Lo Monaco ci azzecca,speriamo che anche quest’anno non ci penalizzino più del dovuto,ma se anche fosse non importa andiamo avanti lo stesso

  11. Ip Address: 62.18.98.106

    👏👏👏👏

  12. Ip Address: 62.18.98.106

    CATANIA, la rinascita di Calil è già iniziata?
    24.07.2016 08.37 di Veronica Celi
    Primi test e prime conferme, che sanno già di svolta in casa Catania. E ancora una volta, l’amichevole contro l’Equipe Sicilia dà spunti interessanti. A segno quattro attaccanti: Paolucci, Barisic, Rossetti e… Calil.

    I DUE VOLTI DI CALIL – Il brasiliano realizza una doppietta nella ripresa, sfruttando i suggerimenti dei compagni. Un attaccante diverso, nelle idee e negli spunti. Forse quello che l’anno scorso, a inizio stagione, ha incantato la piazza rossazzurra a suon di gol. Undici in 32 presenze. Un bottino esiguo per chi avrebbe potuto raggiungere una doppia cifra più sostanziosa, contribuendo alle sorti della squadra. Invece Calil segna, sì, ma di rado. Risulta determinante in svariate occasioni, ma non è sufficiente. Come prima punta, sia con Pancaro che con Moriero in panchina, stenta, mancando gli assist dei colleghi di reparto, vanificando così la possibilità di migliorare, con le proprie reti, la posizione degli etnei in classifica. Giocatore di posizione, raramente crea movimento palla al piede. In quel di Torre del Grifo, però, davanti al pubblico di casa, il riscatto. Partecipa attivamente alla manovra corale. E firma due marcature, cogliendo l’attimo.

    Un Calil particolarmente ispirato. È solo calcio d’estate, certo. L’adrenalina di inizio ritiro si fa sentire. E non c’è la tensione del campionato. Forse solo un miraggio nel caldo torrido di un pomeriggio estivo? Fra qualche settimana la risposta. Se Rigoli, però, sia riuscito a smuovere il classe ’84 e a risvegliare in lui motivazioni forti, ben venga. La sua riconferma ne sarà la valsa la pena.

  13. Ip Address: 62.18.98.106

    CATANIA, Rigoli: “Abbiamo fatto passi avanti. Fiducia la parola d’ordine”
    24.07.2016 22.38 di Veronica Celi
    Alla fine dell’amichevole con il Biancavilla, vinta dal Catania per 2-1, l’allenatore dei rossazzurri, Pino Rigoli, ai microfoni del sito ufficiale, commenta la performance dei suoi:

    “Registriamo passi avanti significativi sul piano dell’impostazione, in questo senso siamo cresciuti e riusciamo ad avviare la manovra prima e meglio, rispetto all’inizio del lavoro in ritiro. Tra gli spunti di riflessione, in positivo, c’è anche una conferma importante sulla predisposizione a cercare di ripetere le soluzioni provate in allenamento. Tra i margini di miglioramento, invece, c’è anzitutto la precisione: è vero che in qualche modo migliorerà naturalmente con il passare del tempo e l’acquisizione degli automatismi ma è anche vero che dobbiamo essere un po’ meno frenetici, soprattutto sotto porta considerando quanto riusciamo a creare. Abbiamo affrontato una squadra tosta, il Biancavilla: possiamo gestire meglio la carica agonistica degli avversari, in alcune situazioni. Fiducia è la parola di oggi: questo Catania che nasce la merita per l’atteggiamento, anzitutto”.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

su
giu