La vittoria che non ti aspetti

 Scritto da il 24 Dicembre 2023 alle 00:52  Aggiungi commenti
Dic 242023
 

Siamo arrivati al giro di boa in una posizione non preventivata dopo i proclami estivi e stasera siamo stati di scena a Benevento, a casa di una società che, anche lei, si aspettava di più ma almeno posizionata al sesto posto e non certo al tredicesimo come il Catania.

Qualcosa sicuramente cambierà a gennaio in termini di tesserati e, dopo l’addio di Sarao, certamente qualche altro rossazzurro cambierà casacca così come altri saliranno sull’autobus rossazzurro, sperando salgano senza stampelle ed in buona condizione atletica in quanto non possiamo permetterci al momento di aspettare nuovi elementi non al top perché la classifica langue essendo più prossimi alla zona bassa che a quella che porta ai play off.

Dopo le magre figure rimediate in campionato contro Messina e Sorrento, intervallate dalla maestosa prestazione contro il Pescara che ci permetterà di giocarci la semifinale contro il Rimini, l’ultima prova di questo girone di andata ci ha visti al Vigorito contro i giallorossi di mister Andreoletti, giovane tecnico classe 1989 lo scorso campionato alla Pro Sesto e per la prima volta da questa stagione al debutto nel girone C di questa categoria.

Contando di risollevarsi in classifica contro gli etnei, il tecnico campano ha proposto per questa sfida che risente dello squalificato Barra e delle assenze di Meccariello eTerranova, Paleari in porta, centrali El Kaouakibi, Cappellini e Rillo, Improta e Masciangelo sulle fasce, al centro Talia, Pinato e Karic e in avanti l’ex Marotta e Ferrante.

Mister Lucarelli a corto di uomini, obbligato a fare di necessità virtù, ha arruolato per oggi solo 16 calciatori alcuni dei quali probabilmente già con la valigia in mano da quello che l’etere trasmette e porta a casa di ciascuno di noi.

Anche Bocic e Mazzotta sono entrati nei taccuini dei medici ed ecco che contro un Benevento arrabbiato ed affamato di punti, i titolari da mandare in campo scelti dal mister livornese sono stati Berhers tra i pali, Curado, Lorenzini, Quaini e Castellini in difesa, le due zeta Zanellato e Zammarini i mediani ed in avanti i tre moschettieri Chiarella, Rocca e Chirico’ con Dubickas al centro dell’attacco.

In un Vigorito privo del supporto dei tifosi rossazzurri per le note precedenti decisioni prefettizie, che hanno privato un abbraccio tra le due tifoserie, i giallorossi battevano il calcio di inizio e subito Ferrante ben imbeccato da Marotta provava il tiro mancando di poco la porta.

E’ il Benevento a premere ad inizio gara e per circa dieci minuti il Catania andava in difficoltà ma si riprendeva e cominciava a ragionare a centrocampo ben orchestrato da  Zammarini in quantità e Zanellato in qualità che distribuiva deliziosi palloni a destra verso Chirico’ in gran spolvero e a sinistra dove Chiarella assistito dalle progressioni di Castellini cominciava a far capire che per il Benevento stasera non sarebbe stato facile.

Proprio il 27 rossazzurro impegnava Paleari con un tiro forte e preciso al ventesimo e poi otto minuti dopo serviva a Chirico’ il più facile dei palloni da spedire in rete ma l’attaccante non impattava bene sulla sfera e la facile occasione sfumava.

Il Catania aveva acquisito il controllo a centrocampo ed aumentava la consapevolezza dei calciatori etnei sulla possibilità di poter battere i padroni di casa mentre si affievoliva quella avversaria ed il nervosismo portava Karic a commettere due falli da ammonizione nel giro di un minuto, prima su Castellini e poi su Zanellato, guadagnando anzitempo la via degli spogliatoi al minuto trentasei.

Sulla relativa punizione di Quaini, un difensore ribatteva il pallone che preveniva a Rocca, pronto ad incunearsi verso il portiere che lo fermava atterrandolo.

Senza alcun indugio il signor Cavaliere decretava il rigore che Chirico’ trasformava mandando il pallone nell’angolo opposto a quello battezzato dal portiere.

La sterile reazione campana veniva freddata dal tiro di Castellini ben servito da Chirico’ sul quale si faceva trovare pronto Paleari.

Al quarantacinquesimo esatto l’arbitro mandava le due squadre negli spogliatoi e la ripresa trovava le due squadre con gli stessi elementi del primo tempo ed a freddo il Catania passava per la seconda volta grazie ad un assist perfetto di Chirico’ a Zammarini che in corsa e privo di marcature, freddava Paleari con un forte tiro, portando il Catania sul due a zero.

Con orgoglio il Benevento cercava di riprendere in mano l’incontro e riusciva pure a segnare con Marotta  da posizione non regolare e il direttore di gara annullava la rete.

L’uomo in meno e sotto di un gol, spingeva il Benevento alla ricerca di tutte le soluzioni possibili, anche quella di vedersi assegnato un rigore per la caduta in area di Talia, ma il signor Cavaliere non beveva ed espelleva per doppia ammonizione Talia al sessantesimo.

Sotto di due gol ed in nove uomini il Benevento crollava anche psicologicamente, mentre il Catania, ormai  padrone del campo, pareva giocare in allenamento e tutto girava per il verso giusto ed anche Deli partecipava alla gara sostituendo tre minuti dopo Rocca.

Al sessantanovesimo Chirico’ ben entrato in area avversaria e servito da Dubickas, calciava la sfera dove il portiere beneventano non poteva arrivare segnando la rete del 3-0.

Al settantesimo Rapisarda sostituiva Chiarella e sei minuti dopo erano De Luca e Maffei ad entrare in campo al posto di Quaini e Chirico’.

Al settantanovesimo era Deli a segnare il quarto gol battendo Paleari e chiudendo definitivamente il match perché dopo il quarto gol il Catania cercava di palleggiare senza infierire più di tanto gli avversari ridotti in nove e dopo due minuti di recupero il Catania riusciva a lasciare a sorpresa il Vigorito con i tre punti.

Sorpresa magari alla vigilia ma non per quello visto in campo perché anche a parità numerica Il Catania è stato superiore al Benevento conquistando una  vittoria meritatissima in quanto dopo solo dieci minuti di gioco aveva guadagnato il centrocampo ed impensierito almeno per due volte la difesa avversaria, apparsa schierata a tre non sufficientemente in grado di fermare le puntate offensive.

Forse il tecnico campano pensava di trovarsi di fronte una squadra allo sbando ma e’ la sua che oggi ha manifestato maggiori lacune in tutti i settori del campo.

Non va sottaciuto che dopo la quarta rete il Catania ha cessato di giocare limitandosi a fare melina contro un Benevento ridotto in nove e senza mordente, lasciando pure che Castellini uscisse dal campo all’ottantesimo senza sostituzione perché già operate le tre serie da Lucarelli.

Due squadre in crisi di identità e con attacchi spuntati si sono affrontate oggi ma e’ quella giallorossa che ne esce peggio in morale e risultato e tanto dovrà essere fatto nel mercato di riparazione per inserire  dei tasselli giusti in rosa.

Conosciamo come Lucarelli si esalti nelle difficoltà ed oggi ce ne stavano diverse; bravo quindi nel toccare le corde giuste, riuscendo nell’impresa di battere una squadra favorita alla vigilia a casa sua.

Bravi  ragazzi, ci permettete di mangiare il panettone sereni e, tra una fetta e l’altra, consentitemi di augurarvi buone feste di vero cuore.

 

 

  25 Commenti per “La vittoria che non ti aspetti”

  1. Ip Address: 151.18.0.180

    Buongiorno e buona vigilia di Natale a tutti ❤️🩵 d’accordo con l’articolo scritto da raggio libero , e diciamo la verità una vittoria inaspettata su tutti i punti di vista mi aspettavo un’altro Benevento visto che una seria candidata alla vittoria del campionato. Però dopo un quarto d’ora sono spariti nel nulla merito di una Catania sempre in crescendo che ha dominato fino al 90’ , è anche vero che loro sono rimasti in nove , alla fine vittoria meritata 💪

  2. Ip Address: 151.18.0.180

    Scusate non per fare polemiche ma il Bologna a giocato tranquillamente in casa con il suo pubblico? Le leggi in Italia come al solito non sono mai uguali

  3. Ip Address: 93.34.120.59

    Bisogna vedere anche il Benevento e rimasto in 9.. e ovviamente si sono smontati e sono saltati tutti gli schemi tattici e il Catania ne a approfittato esaltando un Chirico’ in giornata di grazia, con assist vincenti e un Zammarini rapace e un Deli capace in zona gol… adesso bisogna vedere con il Crotone se sarà la stessa musica oppure si va avanti con il canovaccio espresso contro il Messina e il Sorrento…e ovviamente con un avversario dotato se siamo all’altezza del gioco espresso oppure e un fuoco di paglia. Gli innesti promessi ci vogliono come il pane perché c’è gente tipo ladinetti o doubcas , curado e qualcun altro che meglio che prepari o le valigie in anticipo andando a chiedere le dimissioni..se puntelliamo con punta. Centrocampista e qualcun altro forse riusciamo ad agganciare la zona playoff. Ad ogni modo il girone di ritorno voglio la testa del Messina che si sono vantati sulla nostra disgrazia in primis emmausso..e altri che per una settimana hanno festeggiato come se hanno vinto un mondiale per non parlare dei sfottò dei tifosi in tutte le salse .. speriamo di batterli e imparino a stare coi piedi per terra.

  4. Ip Address: 2.38.151.138

    La partita con il Benevento conferma che i giocatori del Catania giocano meglio quando affrontano squadre tecnicamente attrezzate nei campi regolamentari. Ulteriore conferma arriva guardando la classifica e risultati della Coppa Italia, infatti, i 25 punti raccolti sono arrivati 12 con le prime sette squadre e 13 dalle altre 12 che poggiano tutto sull’agonismo favorito dai campi di patate. Nel girone d’andata l’unica squadra che ha messo sotto il Catania è stata l’Avellino per il resto abbiamo inflitto pesanti sconfitte alla Casertana e Benevento fuori casa e battuto meritatamente in casa Az Picerno e Taranto. Dalle prime sette non abbiamo raccolto punti con il Crotone ma eliminato in Coppa Italia che ha vinto al Massimino la prima di campionato come tutti sappiamo ed Juve Stabia con un gol nettamente fuori di almeno 2 mt. e nessun altro tiro in porta.
    La suddetta premessa dice che necessitano due giocatori “fisicamente integri” che riescono a segnare anche nei campi di patate e difese chiuse ed altri due a centro campo con tanta forza fisica ed anche meno tecnica da mettere in campo quando il caso lo richiede. La difesa tutto sommato regge infatti nonostante tutto siamo cmq la terza migliore difesa del girone C dopo Juve Stabia ed Avellino ma la sostituzione di qualcuno avanti con gli anni sarebbe auspicabile.
    Auguro alla Redazione ed a Tutti un Sereno Natale.
    .

  5. Ip Address: 217.201.146.135

    Godiamoci questa bellissima vittoria.
    Con qualche valido innesto possiamo ancora sperare nel salto di categoria.
    Buon Natale e sereno 2024 a tutti voi e alla Redazione.
    Sempre Fozza Catania

  6. Ip Address: 2.38.150.146

    Mexxican la tua non è polemica, infatti, a Catania anche grazie al silenzio di chi governa la città hanno preferito penalizzare tutti i cittadini piuttosto di salvaguardare i loro diritti civili. La Lega in entrambi i casi non c’entra niente ed interviene solo quando i fatti succedono dentro il perimetro dello stadio. Chi pagherà il mancato incasso alla Società ed alla squadra Ospite ? Siamo certi che con lo stadio pieno il Sorrento avrebbe vinto lo stesso ?
    E’ stata una decisione sciagurata ed anche pericolosa per aver rafforzato l’idea dei delinquenti che bastano due che non hanno niente da perdere per mettere sotto scacco tutto il calcio a Catania. Se non hanno il personale sufficiente per garantire l’Ordine Pubblico a Catania sarebbe più corretto prendere un provvedimento di vietare l”ingresso del settore Ospiti di tutte le partite che si giocano in casa ed utilizzare quei posti diversamente.

  7. Ip Address: 217.201.146.135

    Tanti Auguri anche nostro Presidente Pelligra, staff tecnico e giocatori.
    Grazie

  8. Ip Address: 194.230.124.35

    Auguri a tutti

  9. Ip Address: 82.49.170.112

    Che inaspettata vittoria! Demerito di un Benevento lento e confuso e merito di un Catania capace di capire le difficoltà dell’avversario e di credere nella vittoria.
    Attaccanti del Benevento nulli e anche loro, mi sa, devono rivedere tante cose in rosa ed infatti il primo a cadere ho sentito e’ stato l’allenatore.
    Mi ha fatto piacere che nell’ultimo quarto d’ora il Catania si sia limitato a fare melina senza più infierire sugli avversari peraltro di una squadra e città gemellata con la nostra.
    Abbiamo preso una boccata di ossigeno in attesa di qualche giocatore da prendere in particolare in attacco perché in quella zona siamo nulli e non possiamo pretendere che i gol li facciamo i difensori o i centrocampisti.
    Ai primi di gennaio ci aspetta il Crotone e dobbiamo farci trovare pronti..
    auguro buon Natale alla redazione e a tutti voi

  10. Ip Address: 151.66.213.55

    Auguri di buon Natale a tutti voi , alla redazione e alle vostre famiglie ❤️🩵

  11. Ip Address: 87.13.244.73

    AUGURI 🥂 🍾 A TUTTI NOI ALLA REDAZIONE

  12. Ip Address: 88.75.16.201

    Auguri a tutti e alla redazione. Splendida prova di calcio con 4 gol e di sportività con la melina fatta negli ultimi 15 minuti. Bravi ragazzi, in tutti i sensi. Adesso dobbiamo fare lo stesso con il Crotone. Saluti a tutti

  13. Ip Address: 93.34.120.59

    Un augurio di pronta partenza ai tanti desiderati altrove come i ladinetti il portiere doubscas Mazzotta e altri che portino fortuna altrove e anche l’aereo che li accompagnerà nel proseguo delle loro carriere.

  14. Ip Address: 217.201.146.67

    Buon Anno a tutti con tanta salute.
    Fozza Catania……….

  15. Ip Address: 2.44.138.129

    Dopo aver preparato pranzo per figli e nipoti ora mi riposo ed approfitto per fare gli Auguri di Buon Anno a tutti gli Amici del sito, Redazione ed a tutti i Componenti della squadra,
    Prevedo applausi e cori di gradimento per il pranzo ma metto nel conto anche i fischi perchè la cucina come il calcio non sono scienze non esatte.

  16. Ip Address: 2.44.138.129

    Correggo “non sono scienze esatte”

  17. Ip Address: 151.34.117.224

    Dopo le tante abbuffate natalizie vi auguro Un sereno anno nuovo a tutti voi alle vostre famiglie alla redazione e tutti i tifosi ❤️🩵 . E che possa essere un’anno pieno di soddisfazioni 🤞🤞🤞

  18. Ip Address: 151.21.250.1

    Ennesima buffonata contro la tifoseria rossazzurra Il comune di Crotone inibisce il settore ospiti, per la partita di giorno 7 c.m Crotone-Catania. di conseguenza adesso o si adegua un altro settore per i tifosi Catanesi o si vieta la vendita dei tagliandi ai residenti della provincia di Catania. In giornata il Gos sarà alla questura di Crotone per discutere il fatto. C’è poco da commentare

  19. Ip Address: 91.160.11.149

    Wauuuuuuuu….Welbeck !!!!

  20. Ip Address: 2.44.136.160

    Welbeck se è rimasto lo stesso di quello che abbiamo visto in passato darà un grande contributo al centro campo.

  21. Ip Address: 151.38.24.25

    Anche CELLI E COSTANTINO DISPONIBILI PER CROTONE, PRESO ANCHE CIANCI

    Nel corso della conferenza stampa pre Crotone-Catania, mister Lucarelli ha svelato che dopo le ufficializzazioni di Welbeck e Cicerelli, sono in procinto di essere annunciati anche gli acquisti di Celli, Cianci e Costantino, che stanno svolgendo le visite mediche. Questi ultimi arrivi sono già disponibili per la trasferta di Crotone, in occasione della quale però non potrà scendere in campo Cianci, che è squalificato.
    Vincenzo come li vedi questi altri tre nuovi acquisti ? Una buona serata a tutti

  22. Ip Address: 2.44.136.185

    Mexxican mai visto giocare Celli ma Lucarelli lo dovrebbe conoscere bene, Cianci e Costantino sono due profili che conoscono bene la serie C ed insieme a Di Carmine quella zona dovrebbe risultare meglio attrezzata. Sono curioso di vedere questo Cicerelli, dicono che è talentuoso e forte ma se prima non lo vedo in campo non so cosa dire. Ci vorrebbe un rinforzo in difesa ed un altro mediano fisicamente forte con furore agonistico. .

  23. Ip Address: 82.63.86.72

    Buonasera a tutti e buon anno. Credo che la società stia lavorando bene. Il mercato di gennaio è difficile, solo scarti, giocatori rotti e pochi sismi quelli che davvero valgono. Poi non è detto che chi ha fatto male in una squadra non possa esplodere in un’altra o viceversa.
    Comunque due punte servivano come il pane e sono arrivate anche perché non è facile per una squadra di serie c di metà classifica prendere giocatori importanti. Accontentiamoci di quanto finora fatto dalla società sperando che magari arrivi qualche altro tassello importante.

  24. Ip Address: 151.48.95.37

    Buongiorno e buona domenica a tutti ❤️🩵 oggi finalmente si torna a giocare a Crotone contro il Crotone peccato per l’ennesimo divieto sempre e solo contro di noi una vera e propria buffonata che mi sa tanto di campionato delle 🍌 🍌🍌🍌 🍌 🍌

  25. Ip Address: 151.48.95.37

    Il Catania crolla a Crotone. Con una pesante sconfitta per 3-0 . Inizia nel modo peggiore il girone di ritorno dei rossazzurri , niente da aggiungere e commentare

 Lascia un commento

ATTENZIONE: I contenuti dei commenti rappresentano ESCLUSIVAMENTE il punto di vista dell'autore. Nei commenti e' vietato compiere o indurre a compiere qualsiasi tipo di reato, ed e' vietato Danneggiare, lesionare in alcun modo i diritti altrui. E che il commento non abbia contenuto razzista o sessista, non sia offensivo, calunnioso o diffamante. La Redazione si riserva il diritto di rimuovere i commenti che violino le precedenti regole a suo insindacabile giudizio. Gli IP sono registrati ed utilizzati in caso di controversie per intraprendere percorsi legali contro i molestatori.


(Richiesto)

(Richiesta. Non sarà pubblicata)

Question   Razz  Sad   Evil  Exclaim  Smile  Redface  Biggrin  Surprised  Eek   Confused   Cool  LOL   Mad   Twisted  Rolleyes   Wink  Idea  Arrow  Neutral  Cry   Mr. Green

su
giu